lunedì 1 agosto 2016

Petto di pollo grigliato con salsa al lime e zenzero


Non so se siano le suggestioni d'oriente di Nigella Lawson, tra Chicken Shawarma e Thai Noodles, oppure se sia la modalità svuota-dispensa in cui mi trovo in questi giorni, che mi vedeva contemplare desolata dei bei lime acquistati in offerta; fatto sta che non appena ho visto la ricetta su questo sito ho provato la necessità impellente di farla. Mi mancava solo il petto di pollo, tutti gli altri ingredienti li avevo già in casa, compresa la polvere di Chinese Five Spices, portatami da Alessandra direttamente da Singapore. Tutti? Non proprio: la mia pianta di coriandolo si è seccata dopo aver dato i semi, quindi quello mi mancava. Non ho voluto sostituirlo con il prezzemolo, di cui è simile nell'aspetto ma assolutamente non nel sapore, pertanto ho usato dell'erba cipollina, all'unico scopo di rompere la monotonia cromatica del piatto.

Ho cucinato il petto di pollo sulla bistecchiera, tuttavia ritengo che se venisse cucinato sul barbecue sarebbe ancora più buono. I petti di pollo interi sono prima marinati in una salsa a base di succo di lime e salsa di soia, insaporita con aglio, cipolla, zenzero e spezie. Poi vengono grigliati, mentre la marinata viene addizionata a jus lié e ristretta, a formare un delizioso accompagnamento.
E' un piatto leggero e saporito, gradevolmente piccante e molto gustoso. L'uso della salsa di soia consente di fare a meno del sale, visto che è già estremamente salata.

Con questo post dichiaro chiuso il blog per ferie. Buone vacanze a tutti! :-)




PETTO DI POLLO GRIGLIATO CON SALSA AL LIME E ZENZERO
Dal sito More than Gourmet

Per 4 persone:

4 petti di pollo interi, privati della pelle e dell'osso a forcella
Olio extravergine di oliva per ungerli

Per la marinata:

50 ml di succo di lime appena spremuto
50 ml di salsa di soia
1 cipolla media finemente affettata
15 g di zenzero fresco, pelato e tritato finemente
2 spicchi d'aglio pelati, privati del germoglio interno e finemente tritati
Scorza grattugiata di 1 lime non trattato
1/2 cucchiaino (2,5 g) di Chinese Five Spices in polvere

Per completare la salsa:

200 ml di jus lié di pollo (preparato come da ricetta indicata, ma usando fondo bruno di pollo)
2 cucchiaini di olio di sesamo tostato
1 cucchiaino di fecola di patate
1 cucchiaio di foglie di coriandolo tritate, più altre per guarnire (io ho usato erba cipollina)
Pepe nero appena macinato

Mescolare insieme gli ingredienti della marinata per amalgamarli.
Mettere i petti di pollo in un sacchetto di plastica per alimenti sigillabile, versarvi la marinata e porli in frigorifero per almeno un'ora, meglio ancora tutta la notte, girandoli dopo mezz'ora (se li marinate per un'ora) oppure alcune ore (se li marinate tutta la notte).

Mezz'ora prima di cuocerli, tirare fuori i petti di pollo dal frigo, estrarli dalla marinata e tamponarli con carta da cucina per asciugarli. Attendere almeno mezz'ora prima di passare alla cottura, perché non siano troppo freddi (cederebbero allora tutti i succhi e diventerebbero stopposi).

Preparare la salsa: versare la marinata in una pentola e unirvi il jus lié di pollo. Portare a ebollizione, poi prelevarne un mestolino e sciogliervi il cucchiaino di fecola di patate. Unire quindi il tutto alla salsa e farla cuocere per 10-15 minuti, finché abbia raggiunto la consistenza desiderata.
Quando la salsa è pronta unire l'olio di sesamo e il coriandolo tritato, insaporire con una bella macinata a piacere e amalgamare il tutto.
Siccome io non amo i pezzetti di cipolla interi sotto i denti, ho frullato tutto col frullatore a immersione, prima di portare la salsa a ebollizione. Assaggiare ed eventualmente regolare di sale, anche se io trovo che non ce ne sia bisogno: la salsa di soia è già sufficientemente salata.

Ungere i petti di pollo con poco olio extravergine di oliva e cuocerli sulla bistecchiera calda (o meglio ancora sul barbecue) 5 minuti circa per lato, voltandoli una volta sola.
Tirarli fuori dal fuoco, tagliarli a fettine, napparli con la salsa preparata, guarnire con altro coriandolo e servire.


Note della Apple Pie: 

- La salsa è a mio avviso deliziosa: il suo gusto acidulo pulisce la bocca, il piccante stuzzica il palato e l'insieme sta benissimo sulla carne grigliata.

- Non c'è bisogno di sale: la salsa di soia, come dicevo durante la descrizione, è già molto salata e insaporisce a sufficienza sia la carne (specialmente se come me la si fa marinare per tutta la notte), sia la salsa.

- Cameriere, me ne porti un'altra porzione! :-)

Nessun commento:

Posta un commento

NO VITALBIOS!!!