lunedì 29 aprile 2013

Paprikabrezeln - Pretzel ripieni ai peperoni


Pasqua è stata particolarmente alta quest'anno, e con l'inverno che la tirava per le lunghe non c'è stato letteralmente modo di organizzare con la famiglia la tradizionale gita fuori porta di Pasquetta. Peccato, perché avevo questo piccolo asso nella manica, che ho tirato fuori di recente, ora che la bella stagione sembra fare timidamente capolino da dietro le nuvole di pioggia e la coltre di freddo che ci ha avvolti negli scorsi mesi.
Stavamo per l'appunto preparando il nostro pic-nic in un verde prato, quando mi sono allontanata e riparata dietro un albero, perché nel chinarmi mi si era slacciato il reggiseno. Non mi ero accorta che la Pulcetta mi aveva seguito, e il primo segno della sua presenza è stata proprio una domanda cinguettata dalla sua vocina: 

- Zia, perché sei venuta qui? Che cosa stai facendo?
- Mi sto allacciando il reggiseno, che poco fa mi si è slacciato mentre mi chinavo.

Risatina della bimba, che si è portata la mano alla bocca, quasi a nascondere l'imbarazzo. Subito dopo però la bimba si è fatta seria, mentre il dialogo ha acquistato toni surreali:

- Comunque Zia, tu le tette non le hai mai usate.
- Come, scusa?
- (in tono impaziente) Ho detto che non hai mai usato le tue tette! 
- In che senso????
- (con sussiego) Beh, non ti sei sposata, non hai mai avuto figli, non hai mai allattato, quindi vedi che non le hai mai usate!

Ecco, in quel momento mi sono cadute. 
Le tette. 
Quelle nuove di pacca che mi porto appresso da tot anni.
- Andiamo a mangiare, va, che ho fatto dei panini ripieni veramente gustosi!

Il dialogo con la Pulcetta è finito così e con tutta probabilità lei se ne è già scordata. Io no. Dubito che lo dimenticherò tanto facilmente...

Prima di passare alla ricetta però, vi invito a dare un'occhiata qui, a partire dalle ore 9: ho preparato infatti le arancine di Carlo Cracco per lo Starbooks. Vi confesso che mi piacerebbe sapere qual'è il parere della Pulcetta, che per dire pane al pane e vino al vino è molto meglio di Joe Bastianich!!! ^_^


PAPRIKABREZELN - PRETZEL RIPIENI AI PEPERONI
da: http://www.aurora-mehl.de/de/118/paprikabrezel.html




Dose per 10 pz

Per l'impasto:
  • 250 g di formaggio tipo quark (io ho usato il Philadelphia)
  • 1 uovo
  • 125 ml Olio extravergine di oliva
  • 1/2 cucchiaino sale 
  • 350 g farina tipo 0
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere (la ricetta non specifica se di birra o per torte salate; io ho usato quello per torte salate)
Per la farcia:
  • 1 cipolla
  • 1 peperone rosso, 1 giallo, 1 verde
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 fetta di pancetta (circa 25 g)
  • 125 g di crème fraiche alla paprika (io ho usato panna acida insaporita con 1/4 di  cucchiaino di paprika dolce)
  • Sale
  • Pepe
  • 1 mazzetto di prezzemolo
Inoltre:
  • Farina per la spianatoia
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 1 cucchiaio di latte intero o panna


Sgocciolare 200 g di Philadelphia su carta da cucina, poi unirvi l'uovo, l'olio e il sale. Setacciare la farina con il lievito e unirla a poco a poco al composto di Philadelphia. Coprire e tenere al fresco.

Nel frattempo mondare e tritare finemente la cipolla e i peperoni. Farli soffriggere, salare  e pepare. Farli raffreddare e mescolarvi la  creme fraiche alla paprika, le foglie di prezzemolo tritate e il rimanente Philadelphia; aggiustare di sale e pepe.

Preriscaldare il forno a 200 °C in modalità statica.

Riprendere la pasta, rovesciarla sulla spianatoia infarinata e stenderla col mattarello a circa 1/2 cm di spessore. Ricavarne 10 strisce lunghe 30 cm e larghe 8 cm.
Farcire ogni striscia al centro, lasciando tre cm liberi ai lati, poi chiuderle formando dei salsicciotti ripieni e sigillarli bene premendo con i polpastrelli. Dare forma ai pretzel e posarli delicatamente su una placca foderata con carta da forno, avendo cura che i bordi saldati dei salsicciotti stiano in basso. Sbattere il tuorlo con il latte o la panna, spennellare i pretzel e infornarli  nella parte più bassa del forno, facendoli cuocere per 30 minuti circa, coprendoli con un foglio di alluminio se dovessero colorirsi troppo. 

Farli raffreddare su una gratella e servire.





15 commenti:

  1. Una giornata davvero memorabile!!!
    Ahahahaha ... beata innocenza!

    PS. Per la cronaca (e per Pulcetta): le tette non usate si mantengono più floride e più sode di quelle usate

    RispondiElimina
  2. Buonissimi mi piace la paprika...mi sono aggiunta anche se non sono food e vi seguo anche su Starbooks e MTC ciaoooo

    RispondiElimina
  3. idea geniale, zia la tua pulcetta è come tutti i bambini leale, sincera, senza peli sulla lingua anche se a volte imbarazzanti,per fortuna che ci sono per rendere il mondo degli adulti un pò meno falso. Bando alle chiacchiere i tuoi pani ripieni sono genuini, buonissimi come tua nipote,un bacione

    RispondiElimina
  4. Che delizia, a quest'ora sono davvero una tentazione! I bambini sono un incanto, hanno un modo di dirti le cose così disarmante che ti lasciano senza parole! Un bacione

    RispondiElimina
  5. Difficile veramente da scordare un dialogo del genere... non so perchè, magari sbaglio, ma io non sempre riesco a credere nell'ingenuità dei bambini.

    Queste brezeln sono mooolto appetitose, mi piace particolarmente l'impasto con il quark, senza parlare del ripieno saporito arricchito da quel tocco di paprika.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  6. Mi chiedo perché i ragionamenti dei bambini non facciano mai una piega... ;)
    Fantastica as usual!

    RispondiElimina
  7. questi pretzel ripieni sono una vera goduria! :P
    il ripieno di peperoni lo adoro!
    bellissimi anche gli arancini che hai fatto, complimenti!

    RispondiElimina
  8. Grande! Fantastico il dialogo quasi "surreale" sull'uso delle tette! :))))
    Mi hai fatto morire dal ridere con le arancine di Cracco!!
    E squisiti questi prezel farciti
    Isabel

    RispondiElimina
  9. Hahahaha! Che fatica avere nipoti, ti capisco! Pulcetta è una grande però! Il ragionamento fila, o almeno dovrebbe ;-)
    Ricetta buonissima con tanti ingredienti squisiti, da provare...brava.
    A presto

    RispondiElimina
  10. no guarda non stiamo a parlare di cosa dicono le pulcette che io ne ho due che la lingua l'hanno più lunga di un'iguana ...il maschio no..
    l'ultima a proposito di tette ? tema :lo sviluppo ( hanno 7 anni e vogliono sapere a tutti i costi come avviene ) beh ...dopo aver chiesto al padre se lui avesse fatto lo sviluppo e ad i maschi come si vede ..... -.- ihiiihihihihhi
    a me in presenza di taaanteee persone una di loro mi chiede mamma ma allora questo sviluppo come si fa ? io ironicamente :"quando ti cresceranno le tette sarai sviluppata "- l'altra a tono molto alto :" aaaa mamma ma allora tu ancora non lo fai "....
    io : 0.ò mortaaaaaaaa che vergogna e che figlie che mi ritrovo !!!!
    comunque questo pane farcito è una favola cotto alla perfezione pure al suo interno complimenti

    RispondiElimina
  11. senti ma... una parolina alla mamma della pulcetta impicciona no??? ;)
    brezeln fantastiche! quando posso passare a prenderne una?
    baciooooooooo

    RispondiElimina
  12. Aaaaaaahahahahahahahahahah! Mapi sto morendo! Che risate!!!
    I bambini non sono più quelli di una volta: lo vedo anch'io coi miei nipotini, che hanno la lingua più lunga dei formichieri.
    Appena venti giorni fa il mostro di 3 anni mi ha piazzato tutte e due le mani sul petto e mi ha fatto: "Zia Laffy, tu però no hai le cicce". -.-°
    Diciamo che uno di questi pretzel sarebbe stato la migliore consolazione per il mio disappunto! :°)
    Grande Mapi, ti adoro!

    RispondiElimina
  13. oddio ho riso come una matta!!! spettacolare!!! come spettacolare è la tua ricetta davvero gustosa. se ti va passa a trovarmi
    http://apanciapiena.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. tua nipote è fantastica :)
    da zia di due nipoti ormai grandi (e parecchio ma parecchio più alti della sottoscritta), ti capisco...a volte sanno essere così taglienti e diretti che ti lasciano senza parole :)
    ma sono adorabili anche per questo!!
    la ricetta è a dir poco favolosa, davvero invitante Mapi!
    un bacio e buon weekend

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)