lunedì 6 maggio 2019

Shepherd's Pie speziata alle patate dolci di Nigella Lawson - FMD F3 e F1

Immagine da Dailymail.co.uk, la stessa del libro 
Ho in casa un sacco di libri di cucina (e continuo ad acquistarne) e la scorsa settimana mi stavo dicendo che forse è il caso di sbarazzarmi di alcuni, visto che non li consulto mai, per alleggerire la libreria.
La cosa peggiore per me è il fatto che della maggior parte dei miei libri ho provato 1 o 2 ricette, di alcuni neanche una, ma il fascino dei libri di cucina è tale che periodicamente faccio un giro su Amazon (o mi lascio tentare dalle ex colleghe di Starbooks) e zac! scatta l'acquisto compulsivo.

"Prendi ad esempio Simply Nigella", mi sono detta: "Ne hai realizzato un paio di ricette in occasione dello Starbooks di maggio 2016 e poi l'hai messo da parte. Non faresti meglio a darlo via, specialmente adesso che sei a dieta? Guarda un po', sfoglialo e vedrai..."

Ho tirato fuori il libro dallo scaffale, mi sono messa a sfogliarlo e, ooooh... tutte queste ricette sono perfette per la mia dieta, e quelle che già non lo sono possono essere facilmente adattate! Non riesco nemmeno a trasmettervi la mia gioia nel constatarlo, perché benché il ricettario della suddetta dieta sia alquanto ricco e i due gruppi di supporto a cui sono iscritta forniscano tante ricette, alcuni piatti non mi entusiasmano; e poi io sono cresciuta a libri e riviste di cucina e il conforto di sapere che  le ricette sono Nigella-approved è immenso. Mi è venuta una gran voglia di rimettermi ai fornelli insomma, cosa che alcune preparazioni sia pure gustose mi avevano un po' tolto. 
E poi volete mettere, fare la dieta con le ricette di Nigella? 😊

Le foto le avevo fatte, ma non sono venute bellissime... così ho preferito usare quella del libro di Nigella, riportata dal Daily Mail.

La ricetta, escludendo la salsa Worcester, è perfetta per la Fase 3 della FMD, ma le porzioni sono 6 e non 4 come per chi non è a dieta; sarà opportuno aggiungere una verdura di fase, perché la quantità di patata dolce per porzione è troppo esigua per essere considerata completa. A pranzo aggiungete un frutto di fase, a cena volendo potete aggiungere mezza porzione di carboidrati consentiti.

Per la Fase 1 bisognerà cambiare il tipo di carne (manzo, pollo, tacchino o anche un misto di due o di tutte e tre) ed evitare l'olio e i pistacchi (oltre alla salsa Worcester). Il mix di spezie è molto intrigante e oltretutto mi ha consentito di usare un po' delle spezie che mi sono portata da Singapore in febbraio, per non parlare di quella confezione di lenticchie rosse che languiva in dispensa da un po'.

INDIAN-SPICED SWEET POTATO SHEPHERD'S PIE
Da: Nigella Lawson - Simply Nigella - Feel Good Food
L'immagine è sempre lei: la stessa del libro, presa da Dailymail.co.uk 

Per 6 porzioni FMD, 4 porzioni se avete la fortuna di non essere a dieta.

Per la copertura:

1 kg di patate dolci a pasta arancione
2 cucchiaini di sale marino in fiocchi (o sale fino, per i comuni mortali)
2 cucchiai di bacche di pepe bianco 
6 bacche di cardamomo schiacciate
Scorza di 1 lime non trattato
Succo di 1/2 lime
1 l di acqua fredda 
20 g di zenzero fresco pelato (4 cm)

Per il ripieno

500 g di carne trita di agnello
3 spicchi d'aglio
20 g di zenzero fresco pelato (4 cm)
1 cipolla
6 bacche di cardamomo (semi)
2 cucchiaini di semi di cumino
2 cucchiaini di semi di coriandolo
30 ml di olio di cocco spremuto a freddo
2 cucchiaini di garam masala
1 cucchiaino di peperoncino in fiocchi
1 cucchiaino di curcuma in polvere
1 lattina da 400 g di polpa di pomodoro
100 g di lenticchie rosse decorticate
1 cucchiaino di sale marino in fiocchi (io sale fino)
30 ml di salsa Worcester (da evitare per la FMD, usatela se non siete a dieta)

Per decorare:

4 cucchiaini di pistacchi tritati

Immagine dal web

Preriscaldate il forno a 220 °C in modalità statica.

Preparate il topping: lavate le patate (con la buccia), tamponatele e tagliatele a pezzi di 4-5 cm di lato. Metteteli in un'ampia pentola provvista di coperchio, aggiungete tutte le spezie tranne lo zenzero e versate acqua sufficiente per coprirle (circa 1 l). Portate a ebollizione quindi incoperchiate, riducete la fiamma e fate cuocere per 30 minuti circa, finché le patate siano tenere. 

Nel frattempo preparate il ripieno: pelate lo zenzero e affettatelo grossolanamente. Pelate la cipolla e tagliatela in quarti, quindi mettetela insieme allo zenzero nel boccale del frullatore insieme al cardamomo, al cumino e ai semi di coriandolo. Frullate finché il tutto sia tritato finemente.

Scaldate l'olio di cocco in un tegame dal fondo spesso provvisto di coperchio e versateci la pasta di cipolla, zenzero e spezie. Cuocete per qualche minuto mescolando spesso per fare ammorbidire la cipolla, quindi unite il garam masala, il peperoncino e la curcuma e mescolate per amalgamarli. Fate rosolare la carne, spezzettaldola delicatamente con il cucchiaio di legno e amalgamandovi l'insieme speziato. 
Unite la polpa di pomodoro, quindi riempite d'acqua la lattina vuota e versarla nel tegame. Aggiungete le lenticchie rosse, insaporite con il sale e la salsa Worcester (se non state seguendo la FMD!), mescolate, portate a bollore, poi riducete la fiamma, coprite con il coperchio e fate sobbollire per 25 minuti, mescolando una o due volte perché non si attacchi sul fondo.

Scolate le patate dolci conservando parte del liquido di cottura, e fatele raffreddare quanto basta per poterle maneggiare. Pelatele e mettetele in un'ampia ciotola. Schiacciatele servendovi di uno schiacciapatate o di una forchetta e aggiungere man mano liquido di cottura sufficiente a ottenere una purea spalmabile. Unite il succo di mezzo lime e mescolate. 
Pelate lo zenzero e grattugiatelo in un piatto, quindi trasferitelo al centro di un foglio di carta da cucina bianco. Muovendovi rapidamente tirate su i 4 lati e girate, in modo da ottenere un sacchettino. Spremete con forza sulla ciotola delle patate dolci, ricavandone un succo dal sapore molto intenso. Mescolate per amalgamarlo alla purea, assaggiate per vedere se ci vuole altro succo di lime o di zenzero e tenete da parte.

Quando il ripieno sarà cotto distribuitelo tra 6 teglie monoporzione o versatelo in una teglia rettangolare da 1,6 l, delle dimensioni di cm 30 x 20 x 5. Spalmate uniformemente la purea di patate sul ripieno coprendo anche i bordi delle teglie. 

Passate in forno per 10-15 minuti per le teglie individuali, o 30-35 minuti per la teglia grande: la purea sarà bollente, anche se non si formerà la crosticina.

Cospargete ogni teglietta con un cucchiaino di pistacchi tritati e servite.


Note (di Nigella Lawson)

Queste pie possono essere preparate fino a 2 giorni prima di servirle. Non appena si saranno raffreddate (e comunque al massimo 2 ore dopo essere uscite dal forno) copritele e ponetele in frigo. Al momento di servirle passatele in forno per altri 10-15 minuti (25-30 per la teglia grande), così che il ripieno sia bollente al centro.  

Per congelarle, avvolgete strettamente ogni teglia monoporzione in un doppio strato di pellicola trasparente e uno strato di alluminio e congelate fino a un massimo di 3 mesi. Per scongelarle passatele dal freezer al frigo la sera prima, e cuocetele in forno per altri 10-15 minuti (25-30 per la teglia grande), così che il ripieno sia bollente al centro.  

Nessun commento:

Posta un commento

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)