venerdì 23 dicembre 2016

Christmas Pudding dell'ultimo minuto - Gordon Ramsay


L'anno scorso per lo Starbooks avevamo recensito il libro Natale con Gordon di Gordon Ramsay. Il libro mi era piaciuto molto: propone diversi menù di Natale completi, con le istruzioni per organizzare i tempi di tutte le preparazioni, per non farsi prendere dall'ansia. In coda ci sono pure diverse, golosissime ricette per sfruttare gli avanzi: meglio di così!
Un unico consiglio: se ve la cavate bene con l'inglese, acquistate il libro in lingua originale: io l'ho preso in italiano e la traduzione non è un granché.

Tra le ricette che ho provato, non poteva mancare il Christmas Pudding: da quando ho preparato quello al triplo cioccolato di Paul A. Young mi sono innamorata di questa preparazione, e ogni anno sperimento nuove ricette di Christmas Pudding - e ce ne sono infinite, non so se per decidere quale sia la mia preferita, o semplicemente per provare ricette nuove.

Di regola il Christmas Pudding viene preparato diverse settimane prima, è cotto al vapore e deve maturare al fresco per diverse settimane. Anche quest'anno ho sperimentato una ricetta nuova, di cui vi parlerò più avanti (sta ancora maturando e non l'ho ancora fotografata). Quello che vi presento oggi è la versione sciuè sciuè di Ramsay, che può essere preparata il giorno prima o il giorno stesso.
Questa ricetta non prevede né frutta secca/candita, né liquore: se quindi non amate questi ingredienti  o non potete consumare alcolici, potete provare questa versione.
E se invece il liquore vi piace, ma non avete avuto tempo per preparare il pudding in novembre (oppure avete appena scoperto l'esistenza del Christmas Pudding), abbiamo la consolazione di poterlo mettere nella panna che accompagna questa ricetta. La panna al Whisky tra l'altro, costituisce un notevole alleggerimento rispetto alla tradizionale crema di burro al Whisky che si usa per accompagnare il Christmas Pudding classico.

Lo stampo tradizionale del Pudding natalizio è a forma di tronco di cono; mi sono decisa a procurarmelo solo quest'anno, visto che è il quarto anno che preparo il Christmas Pudding; l'anno scorso per preparare la ricetta di Ramsay ho usato quello in Pyrex scanalato. Temevo a dire il vero che non si sformasse bene, invece no: si è sformato benissimo e ho fatto un figurone con i miei ospiti.



CHRISTMAS PUDDING CON PANNA AL WHISKY
Da: Gordon Ramsay - Natale con Gordon - Guido Tommasi


Per 6 persone:

210 g di burro morbido, più altro per lo stampo
1 arancia non trattata (scorza grattugiata)
3 cucchiai di sciroppo d'acero, più altro irrorare, facoltativo (io sciroppo di zenzero)
3 foglie d'alloro
210 g di zucchero bruno chiaro*
4 uova grandi, leggermente sbattute
100 g di farina autolievitante**
½ cucchiaini di lievito per dolci
½ cucchiaino di chiodi di garofano macinati
½ cucchiaino di cannella in polvere (mia aggiunta)
¼ di cucchiaino di spezie miste da pan di zenzero (mia aggiunta)
1 pizzico di sale

Per la panna al whisky:

150 ml di panna da montare
un goccio di whisky, a piacere, più un altro po' per fiammeggiare
un goccio di Irish Cream, a piacere

* zucchero bruno chiaro: il brown sugar è molto usato nella cucina britannica, e altro non è che zucchero semolato addizionato con melassa. Laurel Evans lo prepara unendo 1 parte di melassa e 10 parti di zucchero semolato; per il light brown sugar ho dimezzato le dosi di melassa, usandone 5 g per 200 g di zucchero. Scaldare la melassa per fluidificarla e unirla allo zucchero semolato aiutandosi con le fruste di uno sbattitore elettrico.

** farina autolievitante: ve la potete fare in casa, setacciando 3 o 4 volte 500 g di farina 00 e 1 bustina di lievito per dolci. Setacciare più volte aiuta a distribuire uniformemente il lievito nella farina.
Immagine dal web - questo è lo sciroppo che ho usato io
Imburrare uno stampo da pudding da 1,2 litri, spargere la scorza d'arancia sul fondo e versarvi sopra lo sciroppo d'acero (io di zenzero). Mettere al centro le foglie d'alloro e premere per fissarvele.
Avendo uno stampo scanalato, ho passato un cucchiaio di farina dopo avere imburrato e cosparso lo stampo con la scorza di arancia grattugiata: si è rivelata un'ottima mossa, che mi ha consentito di sformare il pudding senza alcun problema.

Imburrare un foglio di carta forno più grande dello stampo, e praticare una piega al centro (questo video spiega come fare meglio di come potrebbero farlo le parole).

Portare a bollore abbondante acqua.

Montare il burro e lo zucchero con uno sbattitore elettrico, fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Abbassare la velocità e aggiungere lentamente le uova sbattute, incorporandole bene prima di versare altro uovo. Setacciare insieme farina, lievito, chiodi di garofano macinati e sale, e incorporarli poco per volta e delicatamente con una spatola di silicone.

Versare il composto nello stampo e coprirlo con il foglio di carta forno preparato; coprire con un foglio di alluminio delle stesse dimensioni (di nuovo vi rimando al video di cui sopra), e fissare entrambi legandoli uno spago sotto il bordo dello stampo (ho fatto un po' di fatica con il mio stampo, che non aveva il bordo, e ho risolto con un foglio di alluminio molto più grande, che ha avvolto l'intero stampo in modo da non consentire il passaggio dell'acqua in fase di cottura).

Munirsi di una pentola molto capiente che possa contenere con abbondanza tutto lo stampo; appoggiarvi sopra il cestello per la cottura al vapore e porre su questo lo stampo con il pudding.
Versate acqua bollente che giunga fino a metà dello stampo e portate a bollore. Abbassare la fiama, coprire con un coperchio e far sobbollire per un'ora e mezza, controllando il livello dell'acqua ogni 30 minuti circa e aggiungendone altra, se necessario.

Preparare la panna al whisky: montate la panna in una ciotola, aggiungere uno spruzzo di whisky e uno di Irish Cream. Trasferite in una ciotola di servizio. Tenere in frigo fino al momento dell'uso, coprendola con pellicola trasparente.

Controllare la cottura del pudding aprendo il cartoccio e inserendo uno spiedino al centro: deve uscire pulito. Togliere il pudding dalla pentola usando i guanti da forno per non scottarsi, e farlo raffreddare finché sia abbastanza maneggevole. Estrarlo passando un coltello lungo il bordo per staccarlo dalle pareti dello stampo, mettere sopra un piatto di servizio scaldato e rovesciare (con lo stampo scanalato non potevo certo usare un coltello: ho premuto delicatamente con un dito le parti vicino al bordo e le ho tirate delicatamente verso il centro, poi ci ho messo un piatto sopra e l'ho capovolto. Il dolce si è sformato senza problemi).
Glassate a piacere con altro sciroppo d'acero (io non l'ho fatto perché non volevo che il ciuffo di panna in cima scivolasse; ho portato la bottiglia di sciroppo di zenzero in tavola e i miei ospiti lo hanno usato direttamente sul piatto).

Per fiammeggiare, scaldare un po' di whisky in un pentolino, fiammeggiate a tavola con un fiammifero, quindi versate sul dolce. Servire accompagnandolo con la panna.


Note della Apple Pie: 

La ricetta originale prevedeva, come unica spezia, 1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere. Siccome a me le spezie piacciono parecchio, ho modificato tali dosi usando mezzo cucchiaino di chiodi di garofano, mezzo di cannella e un quarto di spezie miste da pan di zenzero (zenzero, anice, anice stellato): secondo me il gusto ci guadagna.

La panna al whisky è buonissima. Confesso di avere messo più di uno spruzzo di liquore: ho usato 250 g di panna da montare a cui ho aggiunto 2 cucchiai di whisky e 1 cucchiaio di zucchero a velo (niente Irish Cream per me). E' risultata un po' morbida, ma deliziosa. Magari la si potrebbe stabilizzare con un pizzico di agar-agar... devo studiarci un po' sopra, in ogni caso era veramente buona.

5 commenti:

  1. Mamma mia che delizia! Vorrei davvero assaggiarlo una volta nella vita 😋
    È fantastica questa ricetta per il giveaway carissima! Mancherebbe però una foto dello step di preparazione come da regolamento, l'avresti per piacere da aggiungere? Spero di sì non vorrei perdere questo dolce fantastico. Aspetto tue news 😉 Se inserire questa o altra ok? Grazie mille! Buon Natale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorry, ma faccio il passo-passo solo raramente, quando ritengo che serva a spiegare un passaggio complicato. In questo caso non c'è nulla di complicato e quindi non le ho scattate.
      Pazienza e... tanti auguri di Buon Natale!

      Elimina
  2. Eh.. hai ragione! Ma in un contest passato ho ricevuto ricette farlocche che avevano scatenato un putiferio incredibile, memore ho messo quella regolina per non incappare nuovamente a chi si diverte (non capisco il motivo tant'è...) a comprare cibo pronto e pubblicarlo come proprio, e quindi sono ligia a rispettare il regolamento, credo mi capirai, però.. che peccato.. dico davvero, davvero un gran peccato! Auguroni a te alla prossima :-)

    RispondiElimina
  3. Grazie per la ricetta e complimenti per il tuo blog, mi piace molto! Buona Epifania!! :)

    Ti/Vi aspetto sul mio blog di cucina: http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei molto gentile!
      Se lo prepari fammi sapere come ti è venuto. :-)
      Buon Anno!

      Elimina

NO VITALBIOS!!!