lunedì 28 novembre 2016

Cake alle albicocche, mele e noci - Delia Smith

Immagine presa dal sito di Delia Smith
E' da quando Patty ha riproposto il libro Cakes di Delia Smith per lo Starbooks di novembre, che ho tirato fuori detto libro dallo scaffale dei libri di cucina; io non sono tipo da dolci, ho poca pazienza con decorazioni & co., ma questo non significa che i dolci non mi piacciano, anzi.

Guarda caso avevo in casa della farina integrale che volevo smaltire, e la frutta secca da me non manca mai. Come dire che questo semplice dolce da colazione o da merenda faceva al caso mio.
L'ho già fatto due volte, con grande soddisfazione.
Alla ricetta originale ho apportato una sola modifica: se Delia usa solo cannella per profumare questo cake, io ci ho aggiunto del chiodo di garofano, che in aggiunta alla cannella rende a mio avviso specialissimi i dolci con le mele.
Non è molto dolce (e infatti mi ha fatto pensare alla mia amica Pellegrina), il che consente di gustare appieno i sapori e gli aromi della frutta secca che contiene.
In più è davvero semplicissimo da fare.

Non è un granché da vedere, quindi invece di sforzarmi a fare le foto ho preferito prendere quella presente sul libro e sul sito di Delia Smith.

Insomma, eccone la ricetta:


APRICOT, APPLE & PECAN LOAF
Da: Delia Smith - Cakes

Questo dolce piace a tutti ed è ricco di ingredienti sani e naturali. Potete sostituire le albicocche secche con le prugne, e le noci pecan con noci normali, più un cucchiaino colmo di spezie miste da panpepato. (Delia Smith)

Foto dal sito di Delia Smith

175 g di gherigli di noci pecan (io noci normali)
175 g di light brown sugar*
175 g di albicocche secche, tagliate in 2 per la larghezza
175 g di mele renette** con la buccia, tagliate a pezzi di 1 cm circa
110 g di farina integrale di grano tenero
110 g di farina 0
110 g di burro morbido a dadini + altro per ungere lo stampo da plumcake
2 uova grandi leggermente sbattute
60 ml di latte (più altro, se necessario)
2 cucchiaini colmi di cannella in polvere (io 1,5 di cannella e ½ di chiodi di garofano pestati)
1,5 cucchiaini rasi di lievito per dolci
1 pizzico di sale fino

Per completare:

2 cucchiai rasi di zucchero demerara mescolati con ¼ di cucchiaino di cannella in polvere

* light brown sugar: si prepara unendo a 200 g di zucchero 40 g di melassa scaldata brevemente al microonde, e sbattendo con le fruste in modo da amalgamare bene il tutto. Il sapore della melassa aggiunge un aroma delizioso al dolce. In mancanza, usate zucchero muscovado oppure di canna.

**la varietà inglese indicata nella ricetta è la bramley, che somiglia molto alla nostra renetta


Preriscaldare il forno a 180 °C in modalità statica.
Imburrare uno stampo da plumcake da 700 g e foderarlo di carta forno.

Schiacciare le noci e pesare i gherigli; disporli in una teglia e farli tostare per 8 minuti nel forno caldo, quindi estrarre la teglia, farli raffreddare e tritarli grossolanamente.

In una ciotola capiente setacciare insieme le due farine, il lievito per dolci, il sale e la cannella (più il chiodo di garofano), tenendo il setaccio in alto in modo da ossigenare di più la farina. Alla fine dell'operazione di setacciatura, versare nella ciotola la crusca che dovesse essere rimasta nel setaccio, e amalgamarla bene.

Unire tutti gli altri ingredienti tranne la frutta e amalgamare con le fruste elettriche partendo dalla velocità bassa, per evitare che le polveri schizzino fuori, e aumentandola quando le farine saranno umide. Lavorare l'impasto per qualche minuto, finché risulterà omogeneo. Se dovesse risultare troppo sodo, aggiungere un altro goccio di latte. Aggiungere a questo punto le albicocche, le noci e le mele e mescolare con una spatola per amalgamarle. Versare l'impasto nello stampo preparato e livellarlo bene.
Cospargerlo con lo zucchero demerara mischiato alla cannella e far cuocere in forno per un'ora.
Togliere dal forno, avvolgere con carta stagnola e rimettere in forno per altri 15-30 minuti, o finché il dolce non risulti elastico al centro (io ho fatto la prova stecchino, che è sempre la più sicura).

Togliere dal forno e far raffreddare per 5 minuti prima di estrarlo dallo stampo. Farlo raffreddare completamente su una gratella lasciandolo nella carta forno in cui è stato cotto. Servirlo.

Si conserva in una scatola di latta (io a dire il vero l'ho lasciato fuori tutta la settimana e non ne ha sofferto).

5 commenti:

  1. UN cake da colazione rustico come piace a me, e il fatto che tu l'abbia provato ed approvato me lo fa mettere in pole position per le prossime colazioni.
    Grazie Mapi.

    RispondiElimina
  2. Lo so che tu sei capace di ben altro ma questi sono i dolci che io adoro e che potrei mangiare all'infinito senza mai stancarmi. Spero di rifarlo presto! :-)

    RispondiElimina
  3. Oh grazie del pensiero. Effettivamente tra la farina integrale, le noci, lo zucchero di canna anziché di barbabietola è quasi poco dolce come dico io... e dico "quasi" perché ci sono le albicocche ;-P. Sul serio, sembra promettente, lo proverò e ti farò sapere!

    RispondiElimina
  4. Sai da quanto aspetto di fare questo cake? Giusto perché ho per le albicocche secche una vera adorazione. Non aspetterò Natale. Grazie Mapi, non avevo dubbi della bontà e della sua rustica semplicità.
    Un bel bacione.

    RispondiElimina
  5. io invece non sono amanti dei dolci, non li mangio volentieri ma si mi diverte farli, e questo è uno di quelli che assaggerei con piacere!

    besos

    RispondiElimina

NO VITALBIOS!!!