venerdì 7 ottobre 2011

Carpaccio di capesante (E. Knam)


Eravamo tutti insieme, quella sera: mia sorella e mio fratello entrambi sposini, io e l'altro fratello debitamente accompagnati, una coppia di amici (lui era stato il testimone di
nozze di mio cognato). Era un sabato sera di fine estate e stavamo chiacchierando e scherzando, quando la mia neo-cognata si è rivolta a mia sorella: 

- Ho bisogno che tuo marito venga a casa mia con tutti gli attrezzi (risatine di sottofondo): devo appendere dei quadri e sistemare delle mensole.
- Ma certo, ha risposto mia sorella, mentre suo marito commentava che oramai il suo capo era lei e che lui aveva giurisdizione al 50% solo sul campanello di casa. Poi mia cognata ha aggiunto:
- Perché sai, come trapana tuo marito non trapana nessuno!!!!
Risatona generale, seguita dal commento del suo testimone di nozze:
- La pubblicità è l'anima del commercio!!!!!

Questo scambio di battute, risalente a qualche lustro fa, mi è tornato in mente l'altro giorno mentre sfogliavo un giornale locale, alla vista di questo annuncio:
Per pietà ho cancellato il nome dell'agenzia e i suoi riferimenti telefonici benché questa sia stata stampata, volontariamente, su un periodico di ampia diffusione: ha già fatto una magra figura nella nostra provincia, evitiamo di estenderla al territorio nazionale. ^_^ Certo che se una buona pubblicità è l'anima del commercio, una pubblicità mal riuscita è decisamente rovinosa, quando non sfiora il ridicolo come questa.


Una figura tutt'altro che magra invece, la farete con questa ricetta: semplicissima e ultraveloce da preparare, entusiasmerà voi e i vostri ospiti. Inutile dire che le capesante devono essere freschissime. :-)



CARPACCIO DI CAPESANTE
Da E. Knam, M. Vigotti – Ricette creative di pesce – Mondadori

tempo: 15 minuti circa

Per 4 persone:

8 noci di capesante
½ scalogno banana piccolo
100 g misticanza di insalatine
olio extravergine di oliva
fiori commestibili (facoltativo: nasturzio, camomilla, petali di girasole)
salsa di soia
pepe di Zhichuan
sale in scaglie

Eliminare il corallo dalle capesante aiutandosi con un coltellino, poi tagliare ciascuna in fettine spesse circa ½ cm.
Sbucciare lo scalogno e affettarlo finemente
Mondare, lavare e asciugare le insalatine.
Disporre su ogni piatto 5 fettine di scalogno a ventaglio. Adagiare sopra ciascuna di esse una fettina di capasanta e profumarle con pepe di Zhichuan e cristalli di sale leggermente pestati con un batticarne. Irrorare tutto con l'olio e accompagnare con l'insalatina, i petali dei fiori e qualche goccia di salsa di soia.

10 commenti:

  1. E si, oggi la pubblicità fa più della realtà, ma colpa dei nostri tempi, mentre le tue capesante non hanno bisogno di essere pubblicizzate, basta guardarle per capirne la bontà!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  2. :DDD una buona risata di prima mattina, dopo avver irso fino a notte fonda, ci sta anche ... e il livello è quello, no? ;)))
    P.s. Mi sa che devo proprio venire a MIlano... ;)))

    RispondiElimina
  3. Io Ahimè (mi cospargo il capo di cenere in anticipo) non mangio le cappesante, men che meno crude, ma tuo cognato dopo qualche anno...come trapana ora???? Perchè dopo la ristrutturazione della casa avrò sicuramente bisogno di qualcuno per appendere quadri, mensole e varie.....ahahahahahha, buon weekend, mkia cara e simpaticissima, Mapi..... sulla pubblicità..stenderei un velo più che pietoso!!!

    RispondiElimina
  4. Non so se mi fa ridere per la demenzialità (perchè per arrivare a certe cose bisogna essere proprio dementi) o per l'inconsapevole crudeltà gratuita. Pori vecchietti, svuotati insieme alle cantine....maremma che figura! Però il trapano del tuo cognato mi fa davvero ridere!!! Mi ammutoliscono invece le capesante deliziose vestite di misticanza. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  5. Idem, come sopra, stendiamo un velo pietoso sulla pubblicità....
    Anch'io un annetto fa ho fatto il carpaccio di capesante, un'pò diverso però, nel mio c'era il pepe rosa, le scorze di limone candite, una mousse di corallo per accompagnare, ma si sa, io son quella delle cose strane, ma come caspita fai a fare foto sempre così perfette???
    Bacissimi!

    RispondiElimina
  6. Mapiiii che meraviglia!Io le capesante le adoro, quindi sicuro sicuro proverò questa ricetta, mi ispira moltissimo!Un bacione <3

    RispondiElimina
  7. si si,hai ragione, non ne parliamo di pubblicità..la ricetta invece è da provare!

    RispondiElimina
  8. Ciao anche io son passata dal tuo splendido blog! Davvero complimenti!

    RispondiElimina
  9. Ricetta davvero elegante, le capesante sono squisite, condite in questo modo devono essere superlative, mi piacerebbe provarle! baci

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)