mercoledì 4 maggio 2011

Pollo piccante alla messicana con cioccolato fondente


Sabato mattina finalmente, dopo un mese abbondante di fermo, il tecnico della lavastoviglie (uomo corpulento di mezza età, padre di famiglia) è venuto a riportarmi la bimba, riparata e rimessa a nuovo per soli 90 euro, un vero affare.
Lo aspettavo fin dalle 9, ma lui si è fatto desiderare ed è comparso alle 10.40 (che cosa sarà mai un'ora e mezza di fronte all'eternità?). Naturalmente mia madre ha scelto proprio quel momento per chiamarmi e chiedermi qualcosa, così sono uscita dalla cucina e ho fatto due chiacchiere con lei.
Rientro in cucina e mi trovo davanti il tecnico - che mi dava le spalle - accovacciato sul pavimento, intento ad armeggiare con il tubo dell'acqua, con i jeans dalla vita più bassa di quanto il suo fisico non si potesse permettere e la metà superiore delle chiappe in bella vista. Imbarazzata faccio per uscire, quando lui si volta e con l'aplomb di chi ignora di non apparire nel modo migliore mi chiede:

- Non è che ha un pappagallo?
- (sconcertata) Un pappagallo? Uhm, no, però potrei fornirle una bacinella...
- (perplesso) Una bacinella?
- Sì, guardi, eccola qui...
- Veramente io intendevo una tenaglia a pappagallo...


A quel punto mi vengono in mente simultaneamente due cose:
1) questa situazione è un déjà-vu: l'ho vissuta a casa dei miei, pressoché identica (lì mancavano le chiappe del tecnico a dire il vero) una ventina di anni fa, ma con mia mamma come protagonista della scena e io e mia sorella in qualità di ilari spettatrici;
2) quando ho messo su casa una delle prime cose che ho acquistato è stata proprio una tenaglia a pappagallo, precisamente perché volevo evitare di fare la figura fatta anni addietro... la stessa figura, cioè, che avevo appena fatto.

Qualcuno si stupisce se dopo che il tecnico se ne è andato via, io mi sono precipitata a comperare gli ingredienti per prepararmi questo pollo piccante di Paul A.? ^_^



Paul A. è come me: se dice che un piatto è piccante, c'è da credergli. Se quindi avete il palato delicato, lasciate perdere.
L'accoppiata pollo piccante - salsa al cioccolato è un classico della cucina messicana, che fa molto uso del mole poblano. Paul A. nel suo libro semplifica moltissimo questa ricetta, in modo da renderla alla portata davvero di tutti.
Non ho mai assaggiato il mole poblano, ma a leggere gli ingredienti direi che ha tutte le carte in regola per piacermi. Quello che invece non mi è piaciuto, è stato proprio questo fondo di cottura con tutto quel cioccolato.
Per mia fortuna avevo "cioccolatato" solo una parte del fondo di cottura, perché la ricetta in se' è ottima, a patto di togliere il cioccolato, però.


POLLO PICCANTE ALLA MESSICANA CON CIOCCOLATO DEL VENEZUELA ALLA MANIERA DI PAUL
Da Paul A. Young - Avventure al cioccolato - De Agostini

Per 4 persone

4 cosce di pollo
400 g pomodori pelati
150 g cioccolato fondente del Venezuela
3 arance (succo e scorza)
4 scalogni banana
2 spicchi d'aglio
3 peperoncini rossi freschi
2 cucchiai di peperoncino mulato secco (o un altro tipo di peperoncino leggermente piccante)
1 cucchiaio di semi di coriandolo
1 cucchiaio di zucchero Dark Muscovado
25 g foglie di coriandolo o prezzemolo
olio extravergine di oliva
sale


Preriscaldare il forno a 200 °C
Tritare finemente gli scalogni (Paul A. preferisce quelli banana, ^_^ io sono andata di scalogni normali) e gli spicchi d'aglio e farli soffriggere in un cucchiaio di olio extravergine di oliva in un contenitore che possa andare anche in forno.
Aggiungervi il pollo e farlo rosolare uniformemente, aromatizzare con la scorza grattugiata di arancia, bagnare con il succo delle arance appena spremuto, il peperoncino fresco tagliato finemente e quello secco sbriciolato, i semi di coriandolo, i pomodori pelati e lo zucchero e far cuocere per 5 minuti.
Regolare di sale, mescolare, coprire il recipiente e passarlo in forno per 40 minuti.

Togliere dal forno, trasferire il pollo sul piatto di portata e sciogliere il cioccolato previamente spezzettato nel fondo di cottura. Servire il pollo cosparso di salsa e con le foglie di coriandolo (prezzemolo, in mancanza) tritate.

Come scrivevo nell'introduzione alla ricetta, questa volta l'abbinamento col cioccolato non mi è piaciuto. Ho trovato però squisito questo pollo senza cioccolato, ed è per questo che ve ne ho proposto la ricetta.
Con questa ricetta partecipo al contest Cucina Etnica di Cocogianni, categoria secondi piatti, continente Americhe.



19 commenti:

  1. Pollo + piccante = deliziosamente invitante!

    RispondiElimina
  2. perchè rido come una scema?????
    e però, io avrei pensato al pennuto, giuro :-)
    anche perchè lo associo all'idraulico da quando, da bambina, avevo visto uno sketch in tv, con l'idraulico attaccato al campanello della porta e il pappagallo che sapeva dire solo "chi è?". E quindi era tutto un "chi è?" "sono l'idraulic". "chi è ? Sono l'idraulico" "chi è?" "signora, apra gliel'ho detto che sono l'idraulico".. insomma, una roba di altissimo livello che mi ha profondamente segnata, tant'è che rido ancora adesso...
    invece, ora mi segna Hell's Kitchen e questo pollo era una delle ricette della sfida di ieri. Solo che lo sfidante si era dimenticato la salsa al cioccolato. L'ha preparata- e l'ha lasciata sul fornello. Un colpo mortale- alla ricetta, alla gara e pure a me, che volevo assolutamente sentire i commenti sul piatto completo, perchè mi intrigava da morire...
    te l'ho detto, no?, che sei magica??? :-)
    ale

    RispondiElimina
  3. Francesca, grazie! :-)

    Ale, se non lo avessi visto armeggiare con il tubo dell'acqua avrei pensato pure io al pennuto; è stato il tubo a trarmi in inganno. :-D
    Ma dai, ieri su Hell's Kitchen si sono sfidati proprio su questa ricetta? Pensa che era nella mia to-do list da quando ho acquistato il libro. Però siccome la cioccolata non mi è piaciuta, voglio preparare il mole poblano e provare la ricetta con quello. :-p

    RispondiElimina
  4. Ciao Mapi
    perché con questo pollo così particolare non partecipi al mio contest?
    Dai, ti aspetto
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. ieri ero alla feltrinelli e ho trovato il libro di paul y. , sapendo che sarei andata lì ho lasciato volontariamente i soldi a casa (per evitare di comprare di tutto), altrimenti l'avrei comprato!!!!!!! *_* tra le varie ricette una mi aveva colpito: IL POLLO PICCANTE COL CIOCCOLATO :D e quindi grazie.. mi copio la ricetta :D:D:D

    (senti ma tuo "marito" mette il cioccolato veramente su tutto?!?!? :O)

    RispondiElimina
  6. non riesco a smettere di ridereeeeee!!!!!! ma sei sicura che sia un pollo, quello? il pappagallo al mole è famoso!!
    ;)
    avendo vissuto tanti anni in quei paraggi, ti poso dire che il mole è buonissimo e che è un vero peccato che qui in Europa non tutti gli ingrediento son trovabili. direi che con questa te la sei cavata bene. :)
    baciocchi

    RispondiElimina
  7. Questo dei pantaloni decisamente a vita troppo bassa è un annoso problema che turba il mio stomaco quotidianamente con orde di fanciullastri che esibiscono ogni genere di biancheria intima non sempre, tra l'altro, fresca di bucato!

    Mi chiedo se in casa siano davvero tutti sprovvisti di specchi!

    Per quanto riguarda il tuo menage familiare sono lieta della temporanea riconciliazione...ma la salsa dov'è nella foto?

    RispondiElimina
  8. wow, una ricetta davvero originale! mi attrae moltissimo, me la segno! bravissima!

    RispondiElimina
  9. copmlimenti, è una ricetta meravigliosa! un bacione! :)

    RispondiElimina
  10. A parte che anche io sono qui a ridere e non riesco a smettere... guarda cosa ti ho trovato??? http://styleblog.girlpower.it/lifestyle/cioccolato-al-bacon/
    E ora non dirmi che ne puoi fare a meno!!!

    RispondiElimina
  11. Sere, hai detto bene: mio "marito" mette il cioccolato dappertutto. Proprio dappertutto. Anche sullo scalogno... banana! :-D Peccato davvero che tu non abbia acquistato il libro: secondo me merita... e te lo dice una che non va matta per il cioccolato (preferisco il maître chocolatier...) ;-)

    Eleonora, e infatti il mole poblano mi ha intrigata parecchio... la settimana prossima sarò a NY e se trovo un vasetto di salsa ready made me lo compero. Non è la stessa cosa che prepararselo in casa, ma se non trovo metà degli ingredienti, tanto vale... ;-)

    RispondiElimina
  12. la lavastoviglie è la vita!!!! ottimo il piatto!

    RispondiElimina
  13. Virò hai ragione: le kiappe/mutande in bellavista sono una piaga che affligge chiunque giri in città, specie i frequentatori della metropolitana come me. Ho visto mutande di tutte le marche e di tutti i gradi di freschezza di bucato, in questi anni... :-(
    La salsa cioccolatosa non l'ho fotografata perché me la sono magnata (avevo una fame incredibile) prima di fotografare; il giorno dopo non ho messo il cioccolato perché non mi era piaciuto l'accostamento, e quindi la foto è senza... :-)

    Vale, Fabrizia & Amore Vero, grazie. A me è piaciuta (senza cioccolato) e la rifarò. :-p

    Stefania, NON POSSO FARNE A MENO!!!!! Ma Paul A. ha pubblicato una ricetta in proposito... che vedrete prossimamente su questi schermi! ;-)

    RispondiElimina
  14. originalissimo questo polletto speziato al cioccolato. Da provare! Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  15. particolare questo pollo al cioccolato senza cioccolato :-D
    mi piace il gusto piccante, da provare. Ciao!

    RispondiElimina
  16. Ho riletto due volte la ricetta prima di decidere. E ho deciso: mi sa che è buono. Perciò segno e metto da parte... Grazie!

    Sabrine

    RispondiElimina
  17. Ahahahaha non è possibile :-DDDDDD
    Mapi ti adoro!!!
    Sarà che io sono una che stucca anche i muri, e che va in brodo di giuggiole davanti ad un nuovo black and decker, per cui davanti ad una richiesta del genere non avrei mai pensato a QUEL pappagallo!!!
    Grazie di esistere! A te, e pure ad Ale, perché anche lei vedo che non è messa bene :P

    Oh e per il pollo, è fantastico, l'ho mangiato in Olanda, ma non c'erano le arance... quindi mi devo assolutamente salvare questa tua versione!
    Eccerto che è tua, sei o non sei la signora Young???

    RispondiElimina
  18. Ciao, se passi nel mio blog, dopo le 22 verranno pubblicati i vincitori del contest CUCINA ETNICA e la tua ricetta ha ottenuto dei voti

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)