venerdì 28 gennaio 2011

Zuccotto di panettone (o pandoro) e Cuori di foie gras pralinati all'aceto balsamico

Ultima puntata degli Avanzi delle (st)Renne che hanno visto coinvolti 5 blog (Menù Turistico, Assaggidiviaggio, Cardamomo&Co, Cuocicucidici et moi), dopo di che pubblicheremo il pdf con il "riciclaggio" completo.

Siamo a fine gennaio e per quest'anno il riciclo degli avanzi della tavola delle feste è andato, ma l'anno prossimo questa piccola raccolta potrà sempre tornare utile, per ammannire ai nostri cari dei manicaretti prelibati utilizzando gli avanzi.

Io sono più per il salato, come ho mostrato nei primi due post; questa volta però non ho potuto che farmi tentare da un dolce che utilizza gli avanzi del Panettone, dolce natalizio che mi fa impazzire. L'ispirazione è la classica Cassata Milanese, che io ho voluto proporre quasi pari pari (ho dimezzato lo zucchero e lo diminuirei ancora un pochino), cambiando solo la forma. Perché lo zuccotto? Perché avevo lo stampo e non l'avevo mai usato prima, chiaro... :-D


ZUCCOTTO DI PANETTONE

Adattamento puramente formale della Cassata Milanese, da Il gourmet degli avanzi – A. Bay, F. Guatteri - Ed. Touring





400 g panettone
300 g ricotta
100 g mascarpone
100 g panna fresca
100 ml acqua
100 g zucchero semolato (la ricetta ne proponeva 250 g)
180 g marrons glacés
60 g cioccolato fondente
60 g gherigli di noce
50 ml Marsala
50 ml latte
5 tuorli
1 cucchiaio caffè solubile (io ho usato quello decaffeinato)
1 cucchiaio di amido (di grano, di mais, oppure fecola di patate)


Tagliare il panettone a fette alte circa 1,5 cm e usarne una parte per rivestire uno stampo da zuccotto.
Preparare la crema al caffè: scaldare i 100 ml di acqua e sciogliervi il caffè solubile, poi farlo raffreddare. Nel frattempo lavorare i tuorli con 50 g di zucchero e l'amido. Unirvi il caffè raffreddato e la panna amalgamandoli bene. Fare addensare la crema a bagnomaria mescolando continuamente, poi farla raffreddare.
In un'altra ciotola lavorare insieme la ricotta, il mascarpone e il rimanente zucchero (a me era rimasto tanto mascarpone e quindi ho usato solo quello, senza ricotta). Unirvi il Marsala e 50 ml di latte e amalgamare bene. Unire metà di questa crema alla crema al caffè raffreddata e aggiungervi anche i gherigli di noce spezzettati grossolanamente.
Spezzettare grossolanamente anche i marrons glacés e il cioccolato fondente e unirli alla rimanente crema di ricotta e mascarpone.
Versare nello stampo da zuccotto rivestito la crema bianca e livellarla bene. Versarvi a questo punto la crema al caffè livellando anche questa. Rivestire il fondo dello stampo con le restanti fette di panettone, coprire con pellicola trasparente e porre a rassodare in frigorifero per almeno 5 ore.
Capovolgere nel piatto da portata e servire.




Dopo il dolce però me lo concedete uno strappo col salato? :-)
Lo faccio per il vostro bene, sapete: troppo zucchero fa male, si sa! E poi per caso vi è avanzato del paté de foie gras dalle feste? Magari una bella confezione che non avevate ancora aperto? E' giunto il momento di pensare a farlo: tra poco è San Valentino e come stuzzichino per l'aperitivo della cena più romantica dell'anno, io vi propongo dei semplicissimi



CUORI DI FOIE GRAS PRALINATI ALL'ACETO BALSAMICO




L'ispirazione per questa non-ricetta me l'ha data Massimo Bottura con i suoi Magnum di Foie Gras presentati su Cucina Gourmet di novembre 2010. Occorrono:


pancarré
1 blocco di foie gras
aceto balsamico Tradizionale
granella di nocciole
granella di mandorle
sale


Tagliare le fette di pancarré servendosi di un tagliabiscotti rotondo con i bordi smerlati.
Tagliare il foie gras a fette spesse 5 mm e con l'aiuto di un tagliabiscotti a forma di cuore ricavarne tanti cuoricini quanti sono i dischi di pancarré.
In una ciotolina mischiare le due granelle insieme a un pizzicone di sale.
Versare qualche goccia di aceto balsamico in un piattino e passarvi i cuori di foie gras. Passarli quindi nella granella facendovela aderire bene, indi depositare ciascun cuoricino al centro di un disco di pancarré.



Con questa non-ricetta partecipo al contest di Flavia Hart to Hart,  di Stella Nocciolando e di Veru Aceto Sopraffino.

19 commenti:

  1. alura....ho già colazionato, ma questo sarebbe perfetto, e dico PERFETTO, per ri-colazionare...Grande Mapi

    RispondiElimina
  2. Sei fantastica...Confermiamo a pieni voti il nostro premio....se ti va...ritiralo!kiss x 3..Civette

    RispondiElimina
  3. Mi stupisci!!!! Ultimo post degli avanzi strenne...e tu mi ci metti il cuore...... ma che dolcissima che sei!! Grazie...un abbraccio e buonissima giornata, Flavia

    RispondiElimina
  4. Belle idee Mapi! Lo zuccotto è un ottimo modo per riutilizzare il panettone avanzato e i cuoricini di foie gras sono carinissimi.
    Fabio

    RispondiElimina
  5. Grazie Francy! Il problema con questo dolce è che devi decidere che la dieta comincia tra un mese... perché dà dipendenza! :-p

    Civette, stelline grazie. Passerò senz'altro a ritirare il premio.

    Grazie Fabio, ma ad essere sincera la vostra crostata di pandoro mi era piaciuta di più... ;-p

    RispondiElimina
  6. Tu sai quanto io ami i dolci... ma vedendo il tuo fois gras sto impazzendo!!!

    RispondiElimina
  7. lì per lì ero rimasta un po' perplessa... zuccotto di panettone con il fois gras???? E che sarà mai???

    Poi ho capito (anch'io quanto a neuroni mica sono messa bene...) che erano 2 ben DUE ricette! e favolose entrambe!

    ma qui ci vizi mia cara, ci vizi parecchio

    RispondiElimina
  8. I cuori di foie gras sono strepitosi!!!! Io pero' mi occupo solo di giudicare le foto per il contest di Flavia! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  9. buoni e anche bellissimi da vedere!complimenti

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia Mapi!Zuccotto prelibato e cuori tres chic, bravissima!Bacioni

    RispondiElimina
  11. bè ma queste sono ricette di classe, di alta classe! le proporrò a marie antoinette , sai lei è regina e queste raffinatezze le apprezzerà di sicuro! baci

    RispondiElimina
  12. bè ma queste sono ricette di classe, di alta classe! le proporrò a marie antoinette, sai lei è regina e apprezza queste cose!! complimenti (i cuori sono sublimi!!!) baci

    RispondiElimina
  13. Stefania, io invece preferisco i salati e infatti... questi mi sono piaciuti di più del pur buono zuccotto! ;-)

    Gaia, mi hai dato un'idea: il panettone col pâté de foie gras secondo me non ci sta niente male! ;-)

    Grazie Alessandro, detto da te mi onora!

    Grazie anche a te Meggy!

    Roby la classe qui è data solo dagli ingredienti... il procedimento è semplicissimo e veloce, l'ideale per me.

    Stella grazie mille!

    RispondiElimina
  14. WOW!! scusa li vedo ora, ho postato i miei cuori per Flavia e facendo scorrere le ricette in lista ho notato questi cuori di foie gras senza leggere il nome dell'autore e che sorpresa!!
    Bravissima, ottima rivisitazione del Magnum del leader Massimo e poi hai preso due piccioni con una fava, due contest!!! Si può fare? ;-)
    Cris

    RispondiElimina
  15. In bocca al lupo e grazie Mapi :)

    RispondiElimina
  16. Grazie per la tua ricetta e per aver partecipato al nostro contest!

    Chiara
    R2M
    www.r2m.it

    RispondiElimina
  17. che belli!dove hai trovato il fois gras?nel senso lo acquisti in qualche macelleria?scusa l' ignoranza ma il fegato d'oca l' ho sempre e solo mangiato al ristorante ma vorrei provare a cucinarlo!
    grazie !
    lalexa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono contenta che ti siano piaciuti. :-)
      Il foie gras l'ho acquistato presso il mio macellaio di fiducia: gli ho chiesto espressamente di procurarmene uno.
      Quello di questa ricetta era già cotto e confezionato in un "salsicciotto", ma mi ha procurato anche quello crudo, che ho usato in altre ricette qui pubblicate.
      Certo, sono prodotti costosi, ma una volta all'anno... ;-)

      Elimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)