lunedì 15 novembre 2010

Torta agli spinaci e prescinsoa




E' lunedì mattina e piove, ma non è questo il problema.

Il mio problema stamattina è un altro: l'angosciosa domanda "a che ora passerà l'autobus questa settimana?".
Sì, perché io abito in una ridente città-dormitorio dell'hinterland milanese, dotata del servizio di autobus che porta alla metropolitana. Comodo, no? Solo che gli orari dell'autobus sono elastici e dipendono dall'autista di turno. Sulla palina alla fermata c'è scritto 07:09 ed è quindi lecito aspettarsi che questa sia l'ora a cui il mezzo passa. L'orario vero però varia dalle 07.05 alle 07.10, secondo l'autista del primo turno. C'è quello mattiniero, c'è quello che se la prende comoda, c'è quello che da grande voleva fare il pilota di Formula Uno e cerca quindi di battere tutti i record guidando a velocità folle un mezzo pesantissimo e carico di gente che frustra regolarmente le sue aspettative spostando il peso dove non dovrebbe; c'è il posapiano che guida con calma, c'è quello che oggi piove e bisogna stare attenti e così via. E c'è che io sono il tipo da ultimo minuto, che arriva alla fermata trafelata, col cappotto abbottonato di sghembo, la borsa spalancata, e gli orecchini in tasca perché non ho avuto tempo di metterli in casa.
Ed è pure lunedì. E piove.




TORTA SALATA AGLI SPINACI E PRESCINSOA

2 dischi di pasta sfoglia (io ho fatto una "sfoglia veloce" con la ricetta della flaky pie crust)
600 g di spinaci 
200 g di prescinsoa o ricotta 
50 g di parmigiano grattugiato
sale 
noce moscata



Foderare la teglia con il primo disco di pasta sfoglia. Io non ungo mai le teglie in cui metto la sfoglia, perché con tutto il burro che contiene non si attacca mai.
Mondare gli spinaci, lavarli in più acque e lessarli in acqua bollente salata per una decina di minuti. Scolarli bene, farli raffreddare e tritarli grossolanamente al coltello.
Aggiungere la prescinsoa e il parmigiano grattugiato e insaporire con una grattatina di noce moscata.
Versare gli spinaci insaporiti nella teglia, coprire con il secondo disco di sfoglia e sigillare bene. Con i ritagli di pasta fare qualche decorazione.

Spennellare con un uovo battuto e diluito con un cucchiaio di acqua e infornare a 200 °C per 40 minuti.


Modifico il post per farvi sapere che questa settimana l'autobus passa alle 07.07, per fortuna: alle 07.05 ero ancora in casa... tutto il resto si è svolto come da copione. :-D

20 commenti:

  1. Che bellissima decorazione hai fatto alla tua torta di spinaci.Peccato che l'autista del autobus non lo puo vedere, sicuramente arrivera puntuale.

    RispondiElimina
  2. Bellissima!
    Qui è lunedì e c'è un bellissimo Sole tiepido :-D
    fabio

    RispondiElimina
  3. Mapi, secondo me dovresti offrire agli autisti (sia quello *ritardatario* sia quello *speedy*) una fetta di questa meraviglia e vedrai che verranno a prenderti SOTTO CASA!!!
    Splendida ricetta!!
    Nora

    RispondiElimina
  4. Come ti capisco, come ti capisco ( per gli autubus...e pure per la pioggia)....secondo me, però, una fetta della tortarella e ti riprendi...^_^

    RispondiElimina
  5. Mapie....tu dici a me che ti scoraggi con il mio bicchierino e poi sforni una delizia così????...come direbbe il mio amato Totò...."ma mi faccia il piacere...mi faccia!!!!"...

    ti ho detto :TRASFERISCITI QUI!!!! Oggi sole stupendo e ben 24°.... baci...mi viene anche difficile a preparare per le nostre in comune(st)Renne di NAtale...poi penso ai californiani che stanno svuotando il Xmas shop di Sausalito.... e mi riprendo!!! :D

    RispondiElimina
  6. "L'orario vero però varia dalle 07.05 alle 07.10"!!
    Ahahahahahhahaha...qui una cosa del genere è una affermazione che sa di miracolo anche perchè noi usiamo il dubitativo per questioni più filosifiche...e cioè...
    L'autista sarà andato al lavoro o è in riflessione mistica perchè il Napoli ieri ha perso...certo se ha vinto potrebbe star ancora festeggiando...ah piove...allora adesso starà prendendo il caffè lungo la strada con il pulmann acceso in seconda fila...non piove...è sempre al bar ma ad un tavolino all'esterno così controlla meglio eventuali vigili che però scopre poi essere nello stesso bar con lui e quindi può aggiungere altra calma ai tre cucchiaini di zucchero...
    E'la prospettiva che cambia...qui un ritardo di 15minuti la mattina è ancora puntualità...tanto poi si recupera strada facendo passando con il rosso! :PPP ahahahahhaahhaha
    PS
    Ottima la torta salata...ne faccio una simile anche io ma sempre e solo con la brisee...mi hai fatto venir voglia di cambiare impasto :))))))))

    RispondiElimina
  7. Confermo giornata di sole,per fortuna che siamo al sud,almeno ogni tanto ci si puo' riscaldare un po'.E' stupenda questa torta,merita un lodevole complimento,Lisa.

    RispondiElimina
  8. Una torta al sapore ligure, buona! Bellissima la decorazione.

    RispondiElimina
  9. ......... sei impazzita ??? quel "coperchio" è MERAVIGLIOSO !!! brava brava brava ...!
    forse avevo voglia di fiori e di primavera ?
    bacioni
    Maria Chiara

    RispondiElimina
  10. wow che meraviglia!
    e tu alle 7,05 hai già fatto questa roba qua? ;-)

    sai che ero convinta che stessi a genova?!

    RispondiElimina
  11. Esprimo INVIDIA, PROFONDA INVIDIA per tutti quelli che stanno al Sud e che hanno una bella giornata e temperature più miti: io sabato sono passata al piumino! :-(

    A quanti hanno apprezzato la decorazione adesso svelo il retroscena: avevo fatto altre preparazioni e mi rimaneva un avanzo di pseudo-sfoglia. Quando si è trattato di mettere il coperchio, mi è venuta tagliata a 2/3 e così l'ho mascherata... ;-) Tra l'altro era la prima volta che facevo le roselline, meno male che il forno perdona tante cose... :-D

    RispondiElimina
  12. Grazie Lilli! In realtà ogni autista, a sentir lui, è puntuale: loro devono solo rispettare l'orario di partenza e quello di arrivo da un capolinea all'altro, sicché se sono in anticipo (la mia è tra le prime fermate dopo il capolinea) perdono tempo dopo, se sono in ritardo accelerano. :-/

    Nora, mi è capitato anche questo... [IMG]http://i298.photobucket.com/albums/mm257/Marellla/arrossisco.gif[/IMG] Uscivo dal cancello di casa e l'autista ha frenato e mi ha raccolta.

    Cara Francy, mal comune... ce l'abbiamo tutti in quel posto! :-D

    Flavia, io mi trasferisco di corsa!!! Se solo l'ufficio si trasferisse con me!

    Mario, sono morta dal ridere pensando all'autista al bar insieme ai vigili!!! :-D

    Lisa, beata te che sei al sole. Qui piove e già fa buio presto, col cielo così bigio sembra che il sole non sia neanche sorto... :-(

    Grazie Gaia. Magari abitassi a Genova! ;-) Tra l'altro sentirei meno la mancanza della Sicilia, con il mare a portata di mano.

    Grazie anche a te, Nadiuzza. Indovina quando Ale mi ha regalato la prescinsoa? ;-)

    RispondiElimina
  13. Mapi...per il ripieno e la sfoglia ce la posso fare ma la decorazione, la decorazione non ce la faró mai...! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. la decorazione è qualcosa di meraviglioso.. e il ripieno non è da meno!! un bacio e piacere di conoscerti...

    RispondiElimina
  15. Mapi, scusa, ma se quando piove prepari questi piatti, ci fai venire voglia di augurarti...cento di questi giorni! :-DDD
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  16. Oggi è martedì e piove lo stesso :-(( A parte questa triste notizia...piacere di conoscerti! siamo gunte a te tramite l'iniziativa le strenne di Natale quindi complimentoni, perchè è una fantastica idea!! buon lavoro e a presto!!

    RispondiElimina
  17. Simonetta, io di manualità ne ho ZERO e se ce l'ho fatta io puoi farcela anche tu, garantito!

    Grazie mille Fabiana, piacere mio: hai un blog bellissimo! :-)

    AnnaLù ti prego no, che mi deprimo.. prometto che col sole cucino meglio! :-)

    Grazie Lauretta e Mary, piacere mio di conoscere voi! :-)

    RispondiElimina
  18. Due anni fa ho vissuto a Brugherio per alcuni mesi e da lì prendevo l'autobus (sempre con capotto di sghembo e orecchini in tasca) per prendere la metro: la tipologia di autisti che hai descritto è perfetta!
    Le tue decorazioni sono opere d'arte :D

    RispondiElimina
  19. Ossignur Lenny, ma... PER CASO CI SIAMO CONOSCIUTE??? O_O
    Mi dispiace troppo sapere che sei transitata per Brugherio City (come hai fatto a identificare la ridente città-dormitorio? :-D ) e che non ci siamo frequentate... :-(((

    RispondiElimina
  20. No non ci siamo mai né incrociate o conosciute (magari!!!!) e il mio riferimento a Brugherio è casuale, per il semplice motivo che ho vissuto lì, in quel periodo ....
    Ti dirò a me è anche piaciuto e non sai quanto adorassi rifugiarmi in biblioteca quando avevo i pomeriggi liberi :D
    Lì abitano dei miei parenti: se dovessi tornare, ti faccio un fischio :D

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)