lunedì 18 dicembre 2017

Miscela per cioccolata in tazza - i regali golosi


So di non essere certo originale e anzi, di essere fortemente in ritardo su tutta la blogsfera, ma tant'è. 😄 Il fatto è che quest'anno, per la prima volta dopo molti anni, mi sono sentita trascinare nel mood natalizio, quasi contro la mia volontà (di solito il mio assioma dicembrino è: a Natale sono tutti più buoni tranne me, che divento una iena).

Merito senza dubbio della svolta avvenuta nel sito MTChallenge, della cui Redazione faccio parte, che con questo meraviglioso Christmas Organizer mi ha aiutata a cercare ogni giorno uno spazio per me e per le mie riflessioni sulla rinascita ventura di Gesù in questo nostro Mondo così travagliato, invece di disperdere le mie energie rincorrendo scadenze, acquisti, cene e aperitivi.

MTChallenge ha anche dedicato una giornata alla cioccolata calda, pubblicando la bellissima infografica della Dani con tanti suggerimenti per renderla ancora più buona. Parallelamente, il Calendario del cibo italiano ci ha regalato una carrellata di cioccolate calde dal Mondo.
Erano anni che non gustavo una bella tazza di cioccolata fumante mentre leggevo un buon libro accoccolata sul divano, sotto a un caldo plaid. Trovare in rete tante meravigliose ricette mi ha fatto tornare la voglia.

Da qui a decidere di regalare agli amici un bel vasetto di miscela per farsi in pochi minuti una deliziosa cioccolata in tazza, il passo è stato breve.
Ispirandomi ai contenuti citati in precedenza ho studiato una miscela e prima di regalarla l'ho ovviamente testata: va da se' che la dieta è al momento sospesa; ho però deciso che ne vale la pena, quindi il conto calorico è sospeso fino all'anno prossimo. :-)

MISCELA PER CIOCCOLATA CALDA IN TAZZA


Per 2 vasetti da 300 g:

200 g di cioccolato fondente al 55% di cacao
50 g di cioccolato fondente al 70% di cacao
150 g di cacao amaro
120 g di zucchero semolato
50 g di zucchero muscovado (dark brown sugar)
60 g di amido di frumento (o di mais, o ancora fecola di patate, oppure arrowroot)
1/2 bacca di vaniglia intera
1/2 cucchiaino raso di sale fino
Immagine dal web
Mettere i due zuccheri, il sale e la mezza bacca di vaniglia nel boccale alto del frullatore e ridurli in polvere impalpabile. Versarli in una ciotola, aggiungere l'amido e mescolare per amalgamarli.

Spezzettare il cioccolato e metterlo, poco alla volta, nel robot da cucina insieme a qualche cucchiaiata del mix di zucchero e amido. Azionare il tasto pulse e tritarlo finemente.
Attenzione: il cioccolato si surriscalda e si fonde molto facilmente: frullare per 20-30 secondi, quindi versare la miscela in una ciotola. Proseguire fino ad aver tritato tutto il cioccolato.

Passare a questo punto 1/3 della miscela nel boccale alto del frullatore e azionare l'apparecchio per 10-15 secondi, per uniformare il tutto. Versare in una ciotola e ripetere il procedimento su un altro terzo di miscela, infine sull'ultima parte della stessa.
Unire a questo punto il cacao amaro, mescolare con cura per amalgamarlo bene e setacciare un paio di volte.

Versare nei vasetti, tapparli, coprirli con un quadrato di stoffa natalizia e scrivere le istruzioni per l'uso sull'etichetta.

Istruzioni da scrivere sull'etichetta: per ogni tazza mettere 3 cucchiai colmi di miscela (50-60 g) in un pentolino. Unirvi 200-250 ml di latte freddo, secondo la densità desiderata, e mescolare con una frusta. Portare a bollore, ridurre la fiamma e fare addensare per 1 minuto, mescolando continuamente. Spegnere il fuoco e servire.

Volendo, si può dare uno sprint in più aggiungendo alla miscela per ogni tazza, prima di versare il latte, 1/2 cucchiaino di spezie in polvere: la cannella è un grande classico, ma mischiata a polvere di chiodo di garofano, e/o a una grattatina di noce moscata, e/o ancora a del cardamomo in polvere, regalerà alla nostra cioccolata un sapore sorprendente. Un pizzico di peperoncino è delizioso per gli amanti dei sapori forti, per altri abbinamenti vi invito a stampare l'infografica della Dani pubblicata su MTChallenge e ad allegarla al vostro regalo.


Note della Apple Pie:

Ho preparato questa miscela per un gruppo consistente di amici, e ho quindi acquistato il cioccolato fondente in blocchi grandi da 1 kg: è molto più difficile da spezzettare ed è facile cadere nella tentazione di tagliarlo in pezzi troppo grossi. Il mio consiglio è quello di spendere del tempo per tagliarlo in pezzi di circa 1 cm per lato: il cioccolato non si surriscalderà fondendosi mentre lo frullate insieme agli zuccheri e all'amido, cosa che renderebbe più lunghe e difficoltose le operazioni successive.

Se preparate grandi quantitativi lavorate con piccole quantità per volta. Potete anche variare le proporzioni tra cioccolati dalle percentuali di cacao diverse, l'importante è usarne almeno 2 per  bilanciare meglio la dolcezza e l'intensità del sapore: personalmente trovo che il solo cioccolato al 55% sia troppo dolce.

La bacca intera di vaniglia (semi + scorza) regalerà alla vostra miscela un aroma e un equilibrio meraviglioso. Non sostituitela con la vanillina, che è chimica e non ha tutta la sua complessità aromatica!

2 commenti:

  1. Mi piace tutto della tua miscela: l'utilizzo del cioccolato al posto del cacao e della sola vaniglia invece delle tante spezie che, dopo Natale, gradisco di meno.
    La rifarò a breve...e la utilizzerò per un cin cin per il Nuovo Anno! Auguri di ogni bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cioccolato secondo me dà una marcia in più alla cioccolata in tazza: quella fatta con il solo cacao non ha "corpo" e non mi soddisfa pienamente. Ho fatto un sacco di test prima di trovare questa formula, e adesso non l'abbandono più! ;-)

      Le spezie secondo me vanno dosate da ciascuno: a qualcuno piacciono di più, a qualcun altro di meno, o più semplicemente, come dici tu, a volte hai voglia di una cioccolata liscia.
      Meglio allora regalare la versione neutra e suggerire ulteriori abbinamenti nell'etichetta. ;-)

      Un abbraccio e buon Natale, Raffa!

      Elimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)