martedì 8 novembre 2016

Savoiardi al cacao


E' appena stata lanciata la sfida n. 61 dell'MTChallenge, riguardante il Tiramisù, e la prima cosa di cui mi sono preoccupata sono state le sue basi: crema al mascarpone e savoiardi.
Ieri Giulia Robert ha pubblicato la ricetta dei savoiardi classici; per la ricetta che ho in mente io però, servivano quelli al cacao.
Una breve ricerca su internet mi ha fatto approdare al sito del Cucchiaio d'Argento: ricetta molto semplice e veloce, perché non provarla? Ci ho provato in effetti, e nel giro di mezz'ora ho sfornato dei savoiardi deliziosi che mi hanno riempito di profumo tutta la casa.

Non mi sono venuti perfetti dal punto di vista estetico: lo zucchero a velo non è stato assorbito del tutto lasciando qui e là antiestetici puntini bianchi. Però sono di un buono... provare per credere!



SAVOIARDI AL CACAO
Ricetta del Cucchiaio d'Argento


Per circa 300 g di savoiardi:

3 uova medie
80 g di zucchero semolato
45 g di fecola di patate
25 g di farina 00
20 g di cacao amaro in polvere
1 pizzico di sale
qualche goccia di succo di limone
zucchero a velo q.b. (circa 60 g)


Preriscaldare il forno a 200 °C in modalità statica.
Foderare la placca del forno con un foglio di carta forno.
Preparare una sac-à-poche con bocchetta liscia del diametro di 1 cm (la mia bocchetta più piccola ha il diametro di 1,8 cm: pazienza :-) )

Separare i tuorli dagli albumi.
Versare gli albumi in una ciotola insieme a qualche goccia di succo di limone, che servirà a facilitarne la montatura e a renderla più stabile.
Setacciare insieme un paio di volte la fecola, la farina e il cacao, in modo da sciogliere i grumi di cacao e ottenere un composto uniforme.
Mettere in una ciotola lo zucchero semolato e il sale.

Montare gli albumi a neve ferma (stadio dei becchi morbidi); unire a pioggia lo zucchero semolato unito al sale e proseguire fino ad avere una montata ferma e lucida.
Aggiungere i tuorli e amalgamarli alla perfezione continuando a montare con la frusta (meglio usare le fruste elettriche). Unire la farina a pioggia a poco a poco, incorporandola delicatamente con una spatola di silicone, facendo un movimento dall'alto verso il basso e facendo fare un quarto di giro alla ciotola ad ogni colpo di spatola.

Trasferire l'impasto nella sac-à-poche e formare sulla placca dei bastoncini lunghi 10 cm, distanziandoli di circa 3 cm l'uno dall'altro. Spolverizzarli con zucchero a velo e farli riposare per 5 minuti, finché sia stato completamente assorbito. Rispolverarli con zucchero a velo e infornarli per 10 minuti circa, finché cominceranno a scurirsi. Sfornare e attendere che si raffreddino completamente prima di staccarli con delicatezza dalla carta forno.
Si conservano in una scatola di latta per 2 o 3 settimane... sempre ammesso che ci arrivino! ;-)

11 commenti:

  1. Ecco io il savoiardo lo addenterei dallo schermo, però aspetto con pazienza il tuo tiramisù e non ho dubbi sarà golosissimo
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie
      Manu!!! :-)
      Non pensavo che fare i savoiardi fosse così facile, mi si è aperto un mondo!

      Elimina
  2. Mitica Mapi!! Qualcosa mi dice che servono pure a me .. forse... lascio il mistero!

    RispondiElimina
  3. buoni al cacao!nemmeno io li ho mai fatti e questa è l'occasione giusta, i tuoi sono perfetti! ciao :-)

    RispondiElimina
  4. Mapi che belli i tuoi savoiardi!!! Al cacao che spettacolo! Li ho preparati in tanti modi diversi e seguendo varie ricette ma così con il cacao mai!!! Perchè mi chiedo???? Guarda qui cosa mi sono persa! Grazie mille ottima ricetta e spunto!

    RispondiElimina
  5. PS: pensa che a me i savoiardi piacciono proprio di più anche esteticamente quando lo zucchero a velo resta in superficie dopo la cottura! Un saluto caro :-)

    RispondiElimina
  6. un tiramisu con savoiardi al cacao è una buona premessa anche per chi come me non impazzisce per quel tipo di dolce - cioè, io mangerei la crema a cucchiaiate e lascerei lì la pappa di biscotti... in fin dei conti una versione fast della zuppa inglese (se i biscotti sono comprati, intendo).

    RispondiElimina
  7. Stavo giusto studiando i savoiardi... grazie della tua splendida versione e auguroni!

    RispondiElimina
  8. Ho cercato la ricetta in rete ed ho trovato quella che hai usato tu. A vedere il risultato, pare che possa fidarmi...mi sembrano strepitosi. Grazie Mapi per la prova del fuoco!
    Bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho messo il link apposta. ;-) E sì, se sono riuscita a farli io, vuol dire che ce la può fare chiunque!
      Un abbraccio.

      Elimina

NO VITALBIOS!!!