lunedì 25 aprile 2016

Biscotti Digestive ai kumquat sciroppati e fleur de sel alla vaniglia


Mai mi era capitato, nel corso dell'MTChallenge, di ridurmi all'ultimo giorno per preparare la ricetta della sfida. Il fatto è che Daniela e Juri del blog Acqua e Menta, vincitori della scorsa edizione e terzi giudici di questa, hanno imposto un paletto alle preparazioni di biscotti: la seconda proposta doveva obbligatoriamente essere una frolla all'olio.

Questo tipo di frolla mi ha bloccata: ho pensato da subito di provare a replicare i famosi biscotti Digestive, che mi piacciono tanto, ma il primo tentativo è risultato in un fallimento: i biscotti sapevano di cartone ondulato. Li mangerò poco alla volta, ma non potevo certo pubblicare una ricetta del genere. E così, pur avendo la terza proposta già pronta e pure fotografata, ho continuato a sperimentare con quella all'olio. Stamattina (finalmente... e per fortuna! :-) ) Sono riuscita a ottenere il risultato che volevo: dei biscotti integrali buoni e profumati, ricchi di fibre e di sapore!


La scelta dei kumquat è figlia del viaggio che ho fatto a Catania lo scorso week-end, in occasione dell'ultima tappa del tour per presentare il 4° libro dell'MTChallenge, Torte Salate.
Ho infatti un cugino che vive a Catania, e naturalmente ho approfittato del viaggio per riabbracciare lui e la sua famiglia. Hanno un delizioso giardino, nel quale tra gli altri c'è un magnifico alberello di kumquat, o mandarini cinesi, i cui rami erano pieni di frutti. Li abbiamo raccolti insieme e ne abbiamo gustato qualcuno: erano dolcissimi!!!! I kumquat che compero qui a Milano hanno la polpa molto aspra e la buccia dolce; questi invece, maturati sulla pianta, avevano anche la polpa dolcissima: una meraviglia! I cugini hanno insistito per regalarmi la maggior parte dell'ultimo raccolto dell'anno, e con frutti così dolci la scelta era quasi obbligata: andavano canditi! Ho optato per una canditura morbida, lasciandoli immersi nel loro delizioso e aromatico sciroppo. Pubblicherò la ricetta prossimamente, intanto ho approfittato della loro presenza in dispensa per preparare questi profumatissimi biscotti.


DIGESTIVE AI KUMQUAT SCIROPPATI E FLEUR DE SEL ALLA VANIGLIA



Per circa 15 biscotti

100 g di farina 00
50 g di farina integrale di grano tenero
50 g di fiocchi d'avena
50 g di germe di grano
110 ml di olio di semi di mais
60 g di zucchero muscovado integrale
1 uovo medio
15 ml di aceto di sidro
3 kumquat sciroppati (ricetta tra qualche giorno)
1 cucchiaio di sciroppo di kumquat a 35 °Bé
5 g di bicarbonato di sodio
3 g di fleur de sel alla vaniglia


Frullare i fiocchi d'avena (io l'ho fatto con il frullatore a immersione, nel suo bicchiere) e unirli al germe di grano, alla farina integrale e alla farina 00 setacciata due volte. Aggiungere sale e bicarbonato e mescolare per amalgamare tutti gli ingredienti secchi.

Versare nel bicchiere del frullatore a immersione l'olio, l'uovo, l'aceto, i kumquat sciroppati privati dei semi e il loro sciroppo. Frullarli insieme ottenendo una crema della consistenza della maionese (anzi, adesso che ci penso è proprio una maionese... dolce!).

Versare la "maionese" nella ciotola della planetaria, unirvi lo zucchero e avviare l'apparecchio a velocità 1 con la frusta a foglia, fino ad amalgamare bene il tutto. Unire il mix di ingredienti secchi e continuare a fare andare l'apparecchio, fino a quando non sia tutto amalgamato. A un certo punto potrà sembrare che le farine non assorbano più i liquidi: continuate a lavorare il composto per qualche minuto e abbiate fede: li assorbiranno. :-)
Avvolgere l'impasto nella pellicola e farlo riposare in frigo per almeno 2 ore (io l'ho lasciato al fresco tutta la notte).

Preriscaldare il forno a 170 °C in modalità statica.
Riprendere l'impasto, stenderlo sulla spianatoia a 4 mm di spessore, ricavare i biscotti con un coppapasta rotondo di 8 cm di diametro e infornarli per 12 minuti, o finché i biscotti non comincino a dorarsi.

Sfornare i biscotti e farli riposare nella teglia per 10-15 minuti prima di staccarli delicatamente con una paletta e farli raffreddare completamente su una gratella.

Come tutti i biscotti a base di frolla, sono più buoni uno o due giorni dopo, quando tutti i sapori si sono amalgamati. Si conservano in una scatola di latta per 15 giorni... ma non arriveranno nemmeno a una settimana! :-)



Note della Apple Pie:

L'aceto è indispensabile nel composto, in quanto ha la funzione di far reagire il bicarbonato, un alcalino, provocando la lievitazione e rendendo questi biscotti più friabili.

L'impasto risulterà molto morbido e untuoso, motivo per cui non è necessario infarinare la spianatoia al momento di stenderlo. 

10 commenti:

  1. Belli, Mapi, proprio belli! Ma hai il rifrattometro?...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho il pesasciroppi. :-) Viene in grande aiuto alla mia grande scarsezza in matematica. ;-)

      Elimina
  2. Mapi, ma questi biscotti "sfondano il monitor"! Io te li copio sicuramente (anche per smaltire la confezione di germe di grano comprato per chissà cosa... Il tocco dei kumquat è proprio la tua firma :) Sempre immensa, Mapi!

    RispondiElimina
  3. La frolla all'olio è proprio quella che avrei voluto sperimentare, ma dato il poco tempo a disposizione ho optato per il risultato sicuro :) Intanto ho in mente di provarci con le altre frolle proposte dai due geni e intanto mi ammiro anche i tuoi biscotti. Sarà deformazione professionale, ma dove leggo e vedo l'integrale vado in brodo di giuggiole e mi partono gli occhi a cuoricino :) Baciotti :*

    RispondiElimina
  4. mi piace tantissimo questa versione di digestive,...anch'io ne preparo di simili utilizzando olio di semi, ma quest'aggiunta dei kumquat, credo sia un tocco di vera delizia!

    RispondiElimina
  5. Incredibile: sono venuta sul tuo blog cercando la ricetta dei Kumquat sciroppati perché ero convinta, dico convintissima di averli visti qui da te qualche tempo fa. Invece facendo la ricerca mi escono questi biscotti e la tua dichiarazione che la ricetta arriverà fra poco.
    O sono strega o leggo il futuro.
    Comunque mi sono goduta i Digestive...roba da urlo!
    Sei una grande Mapi. Come sempre.

    RispondiElimina
  6. Mapi bravissima sono proprio uno spettacolo questi biscotti!

    RispondiElimina
  7. In questa sfida abbiamo visto rifare in casa ringo baiocchi e ora questi splendidi digestive... che secondo me sono molto ma molto più buoni degli originali!!! proverò senz'altro, complimenti Mapi!! :)

    RispondiElimina
  8. toh, i digestive :-)
    ti porti avanti, vedo :-)
    stamattina ho la luna storta, perchè sto meditando seriamente di buttar via 16 muffins "sani": gli ingredienti mi son costati quanto una seduta dal parrucchiere figo, con massaggio al collo annesso e questo accresce il giramento di maroni. Prima di leggere il tuo post, pensavo che il problema fosse nel fatto che noi e la cucina "healthy" nonandassimo d'accordo. Ora leggo la ricetta dei tuoi Digestive e mi riconcilio con il mondo. Non ti dico che riusciresti a trasformare in pura golosità anche le ricette veg, ma anche sì. bravissima :-)
    (e comunque, non ti smentisci: vai a trovare i cugini e gli svaligi l'orto :-) foglie di banano non ne avevano? :-)

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)