mercoledì 22 maggio 2013

Taieddhra di riso, patate, cozze, peperoni e olive



Stavo girellando per il web alla ricerca di notizie sul Salento, tanto per collocare meglio la ricetta dell’MTC di questo mese vinta da Cristian, quando sono incappata in questo sito, in cui ho letto parole illuminanti:   La TIELLA (tegame) è il segno, nella cucina, della dominazione spagnola del 1600. Essa è una minestra
di vari ingredienti, sovrapposti a crudo in strati distinti, in un tegame mandato in forno. La composizione delle tielle non segue regole fisse ma dà spazio alla propria creatività, si può aggiungere o levare ciò che si vuole. Le patate, però, non devono mancare mai!

Non che avessi bisogno di legittimazioni di alcun genere, sia chiaro: l’MTC è un gioco nel corso del quale abbiamo sviscerato e reinterpretato numerose ricette di tradizione, dai Risi e Bisi alle Arancine, passando per la Pasqualina, la Fideuà e perfino il Pane dolce dello Shabbat ebraico, sempre nel massimo rispetto di tutti. Ed è con il medesimo rispetto che tutti noi concorrenti ci siamo accinti ad affrontare la ricetta di questo mese: la Taieddhra, o Tiella pugliese.

La ricetta che vi presento oggi è particolarmente saporita per via dei peperoni, che ci stanno a meraviglia. La paprika in abbinamento ai piatti di pesce l’ho scoperta in marzo grazie alla sfida sulla Fideuà, e da allora non la lascio più!


TAIEDDHRA DI RISO, PATATE, COZZE, PEPERONI E OLIVE



Per 1 persona:

1 patata tagliata a fettine sottilissime di circa 1-2 mm di spessore
1 cipolla rossa di Tropea tagliata a fettine sottilissime di circa 1-2 mm di spessore
½ peperone rosso tagliato a dadini
2-3 cucchiai di riso Roma sciacquato sotto l’acqua corrente e ben scolato
15-20 cozze sgusciate a crudo
20 olive taggiasche denocciolate
10 foglie di basilico
1 cucchiaino di paprika dolce
Parmigiano Reggiano delle Vacche Rosse grattugiato
Pecorino Romano D.O.P. grattugiato
Olio extravergine di oliva

Versare un filo d’olio sul fondo della teglietta monoporzione e adagiarvi sopra uno strato di fettine di patata, anch’esse mescolate con un po’ d’olio in una ciotola.
Adagiare sopra le patate metà delle fettine di cipolla, metà dei dadini di peperone, 10 olive taggiasche tagliate a pezzetti, ½ cucchiaino di paprika dolce e 5 foglie di basilico spezzettate.
Distribuire sopra alle verdure il riso creando uno strato molto sottile. Adagiare le cozze sopra al riso e spolverarle con metà dei due formaggi grattugiati mischiati tra loro.
Proseguire formando un secondo strato di cipolle, peperoni, olive, paprika e basilico, ricoprire con un altro strato di fettine di patata e irrorare il tutto con l’acqua delle cozze filtrata, integrandola se è il caso con altra acqua fino ad arrivare a filo delle verdure. L’acqua delle cozze è molto salata e non è necessario aggiungere altro sale. Spolverare le patate con il formaggio grattugiato rimanente, irrorare con un filino d’olio e infornare a 160 °C per un’ora circa, finché non si sarà formata una crosticina dorata sopra alle patate. Sfornare e servire tiepida o a temperatura ambiente.




11 commenti:

  1. Cara Mapi, ma sei un portento! hai colto nel segno: il rispetto è alla base di tutto: nella vita vera, in quella virtuale, fuori o dentro la cucina. E tutte le tue versioni sono dimostrazioni di grande rispetto e passione per questa ricetta.
    Un bacione!
    Ps: anch’io adoro la paprika col pesce, ma in generale con tutto!!

    RispondiElimina
  2. mapi buonissima e come sono felice che ci siete voi a sfatare il mito è mia è solo mia !!!!
    buonissima anche la tua tiella

    RispondiElimina
  3. Mapi, mi vergogno...ne ho fatto solo una! Tu sei una grande ms come fai?

    RispondiElimina
  4. iO NE HO FATTA UNA E NEANCHE l'ho pubblicata ancora... mi fosse venuta mezza delle tue idee!

    RispondiElimina
  5. ottima! che armonia: peperoni, paprika, basilico, olive taggiasche....bella bella bella
    baci
    cris

    RispondiElimina
  6. ....... sei fantastica........ e pure un po' geniale.......
    Dani

    RispondiElimina
  7. fantastica Mapi, che sogno e che sapori questa tiella!!!

    RispondiElimina
  8. Credo anche io che il peperone ci stia molto bene e che la paprika renda "stuzzicante" questa preparazione.

    Fabio

    RispondiElimina
  9. Ciao Mapi! :-)
    Anche questa versione, manco a dirlo, mi piace molto.
    I peperoni insieme al basilico li uso anch'io spesso con il pesce e trovo che ci stiano benissimo. La paprika e le olive taggiasche a sfregio ^_^ hanno completato il piatto in maniera perfetta.
    Grazie mille!
    Cristian

    RispondiElimina
  10. Gran figata. questa, assolutamente...
    ...finora...:-)

    RispondiElimina
  11. Sai che anche a me piace tantissimo la paprika insieme al pesce? e pure io l'ho scoperto con una ricetta spagnola, la paella, che solitamente noi crediamo venga preparata solo con lo zafferano mentre gli spagnoli ci aggiungono anche la paprika dolce.
    Bellissima anche questa versione, con il peperone che io amo alla follia :)

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)