martedì 4 dicembre 2012

Biscotti al pimento



Di una persona vivace e con un bel caratterino si dice che è un peperino; la Pulcetta risponde in pieno a questa descrizione. Carattere forte, dolce e solare ma risoluto, la Pulcetta non sta mai ferma un secondo. Se tutta la famiglia è seduta sul divano a
chiacchierare, lei sta facendo acrobazie sullo schienale di detto divano; stare a testa in giù è una delle cose che le danno più soddisfazione, insieme a pose in equilibrio precario che fanno venire il cardiopalma a tutti i presenti.
La Pulcetta è sempre stata così, fin dal grembo materno quando nel corso delle ecografie si vedeva questo esserino nuotare verso la sonda esterna e "affacciarsi" come per vedere chi bussasse alla sua porta. Anche dopo la nascita ha mantenuto tale vivacità, e adesso che è cresciuta la cosa è più evidente che mai. 
Ma non è solo nelle acrobazie che la Pulcetta si distingue: ha una parlantina sciolta e spigliata, a 4 anni ha stretto la mano a un conoscente di mio padre incontrato per strada e gli ha detto "molto lieta di fare la sua conoscenza". Pochi giorni prima, al tecnico della lavastoviglie che era andato dai miei e che lei cercava di intrattenere con spirito ospitale, quando costui, seccato dalle sue chiacchiere le ha detto "che lingua! chissà con tuo marito!", ha replicato all'istante: "non è detto che voglia sposarmi", lasciandolo di stucco.
La Pulcetta è così, un misto di dolcezza e di spezie saporite e profumate ed è a lei che ho pensato mentre preparavo questi deliziosi biscotti, la cui ricetta è tratta dallo stesso libro da cui avevo tratto la ricetta del gelato per l'MTC di luglio.

Non solo gelati, sorbetti e semifreddi, ma tutto ciò che ruota attorno al mondo del freddo è oggetto di questo prezioso libro, trovato nell'iper sotto casa e del cui acquisto non ho ancora smesso di congratularmi con me stessa. Un libro che spiega con cura e nel dettaglio la chimica che sta dietro al mondo dei gelati, dando modo al lettore che lo desideri di creare il proprio gelato personale, una volta che ha capito come funziona. Tantissime ricette sfiziose e inedite dolci e salate, per soddisfare davvero tutti i gusti e consentire di fare un ottimo gelato anche a chi non ha voglia di studiare ma vuole trovarsi una ricetta collaudata già bell'e pronta. Un libro insomma il cui acquisto vi ho già consigliato caldamente in luglio, quand'anche doveste fare il gelato solo una volta all'anno: costa poco, ma vale molto di più.

E adesso, dedicati alla mia adorata Pulcetta, vi presento i 

BISCOTTI AL PIMENTO
(Da: Caroline Ridder, Robin Weir – Gelati e Sorbetti – Newton Compton)


Per circa 48 biscotti:
225 g farina 00 (oppure di riso)
225 g zucchero semolato
170 g burro a temperatura ambiente
85 g cacao amaro
1 uovo medio
1 cucchiaino lievito per dolci in polvere
1 cucchiaino bacche di pimento (detto anche All Spice o Pepe Garofanato) macinate al momento
½ cucchiaino pepe nero macinato di fresco
½ cucchiaino cannella in polvere
1 cucchiaino estratto di vaniglia (oppure i semi di 1 bacca)
1 pizzico di sale


Setacciare insieme la farina, il cacao amaro, il lievito e le spezie macinate in polvere.
Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.
Sbattere l'uovo con una forchetta e incorporarvelo in 3 volte. Unire quindi l'estratto di vaniglia e gli ingredienti setacciati insieme e il sale, amalgamandoli poco per volta fino ad ottenere un impasto consistente. Preparare un foglio di carta forno di circa cm 40x20 e posarvi l'impasto, formando un salamino di circa 3 cm di diametro. Avvolgerlo bene nella carta forno, farlo scivolare su una teglia perché non si pieghi o spezzi e farlo riposare in frigorifero per almeno 3 ore.

Riscaldare il forno a 165 °C in modalità ventilata. *
Foderare di carta forno le placche; tirare fuori dal frigo il salamino di impasto e tagliarlo a fette spesse 5 mm con un coltello a lama liscia affilato. Disporre i biscotti sulle placche distanziandoli molto bene (almeno 3 cm, si allargano parecchio). Cuocere le placche una per volta, tenendo in frigorifero quelle in attesa di cottura.
Cuocere i biscotti per 15 minuti circa, sorvegliando attentamente la cottura: quando i bordi cominciano a brunire (anche se sono scurissimi ve ne accorgete ^_^) tirarli fuori dal forno e, con l'aiuto di una spatola, adagiarli su una gratella per farli raffreddare.

La ricetta originale parlava di 190 °C in modalità statica; io mi sono trovata bene così, regolarsi secondo la conoscenza del proprio forno sorvegliando a vista la prima placca in cottura.



11 commenti:

  1. Le soddisfazioni della vita sono anche queste: massimo risultato , minimo sforzo, quindi il libro rientra nella mia whist list, immediatamente!
    P.s. QUanto allo sposo della pulcella, dille di conservare per sempre quest'idea, lei sì che è furba!
    :*

    RispondiElimina
  2. Bimbe con la tua nipotina mi lasciano senza parole. Al di la della vivacità, sembrano creature che hanno una saggezza ancestrale, qualcosa che esiste da prima della loro venuta al mondo. Un'intelligenza misteriosa mista a candore che non puo che lasciarmi incredula ogni volta che mi capita di imbattermi in una di queste creature speciali. Non puoi che essere una zia super orgogliosa e sicuramente molto amata.
    Biscotti da sturbo, perfetti per persone con palato sopraffine.
    Ti mando un bacio grande, ed uno gigante alla Pulcetta. Pat

    RispondiElimina
  3. Che forte la pulcetta!!!
    Questi biscotti mi piacciono molto, visto che il pimento ce l'ho, mi sa che provo proprio a farli!! Grazie per la ricetta,
    un bacione
    Bucci

    RispondiElimina
  4. Rivedo nella tua Pulcetta, mia figlia: tale e quale! Ottimi questi biscottini, dove finalmente, posso usare il mio allspice!
    Buona giornata. Isabel

    RispondiElimina
  5. I biscotti piccanti mi piacciono moltissimo ma le bambine peperine anche di più :) parola di zia di 2 femminuce che mi ricordano la tua Pulcetta!

    p.s. ho riso tantissimo quando ho letto "prezioso libro, trovato nell'iper sotto casa e del cui acquisto non ho ancora smesso di congratularmi con me stessa." :D

    RispondiElimina
  6. Che forte Pulcetta...un caratterino così forte ad appena quattro anni, incredibile e fa tenerezza.
    Questi tuoi biscotti sono i più belli e penso anche i più buoni che abbia visto in giro in questo periodo. Perchè a me piacciono così, speziati, dal sapore deciso e dall'aspetto e dal gusto non stucchevole. E poi quel filo di lana rosso che li lega è poetico.

    RispondiElimina
  7. a witty child is a precious gift!
    I think I might try this recipe for my family. I am the only one in the household who does not like chocolate very much, but they do and Allspice is one of our favorites.

    RispondiElimina
  8. Che simpatia entrare da te...sai che capita anche a me di scovare libretti poco conosciuti ma tanto interessanti?
    delizia i biscotti piccantini, super geniale la pulcetta che continui cosi...un po' come la mma vero? un'abbraccio

    RispondiElimina
  9. mapi io ho avuto due pulcette in grembo ....una piu' dell'altra e cosi sono rimaste lo sapevo sin dall'inizio ^.^ e quest biscotti sono adatti li devo fare voglio vedere che sapore hanno cacao e pepe :) grazie Mapi...( ma quanti pi piace pronunciare il tuo nome mapi insieme a quello del blog :)

    RispondiElimina
  10. ... oppure di riso :-) me felice facesti!

    la pulcetta è deliziosa. bellissime rispostine.
    "piacere di fare la sua conoscenza" è fantastico

    RispondiElimina
  11. Che caratterino la tua Pulcetta! fossero tutti così i bimbi...
    Vedo sempre nel supermercato queste bacche di pimento, mi attraggono non so perchè, ma non le ho mai comprate perchè non sapevo come utilizzarle, mi sa che è arrivata la ricetta giusta!
    Baci

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)