domenica 18 marzo 2012

Le Strenne Inc. presentano...

Clicca qui per visionare il video

"Parlami D'Amore Annalù"- antologia degli scatti più emozionanti, coinvolgenti e commoventi della Strenna più esilarante, creativa e meravigliosamente incorreggibile di tutte, che oggi compie 38 anni. 

Vogliamo festeggiarlo con un piccolo pensiero, che è un regalo per tutti: perchè le sue fotografie sono un'iniezione di emozioni allo stato puro, una staffilata che va dritta al cuore, un groppo in gola che blocca il respiro- e meriterebbero per questo ben altri prosceni, più affollati ed autorevoli di quelli che possiamo offrirgli noi. 




L'augurio è che siano tutte dietro l'angolo, le mille occasioni che si merita-e pure tutte in fila, in modo che possa coglierle ad una ad una, senza tralasciarne nessuna. Da parte nostra, vogliamo comunque tributargli il riconoscimento più ambito, più agognato, la statuetta che tutti bramerebbero avere e che da oggi risplenderà nel suo palmares, a perenne memoria di un compleanno da ricordare.
Buon compleanno, Fabio!



Quando l'ho conosciuto, a Bordighera 3 anni fa, Fabio era "il marito di Annalù". Lui però a differenza della maggior parte dei mariti, che erano venuti al seguito delle loro mogli al più bel raduno culinario che abbia mai fatto (non per niente l'aveva organizzato Diana), si è posto fin da subito come Fabio, non come un mero marito: non si è estraniato dal gruppo, ha voluto conoscerci... ed è diventato un amico, un carissimo amico a cui queste poche righe non possono dire tutta la gratitudine che ho nel cuore per avere la sua amicizia e quella della sua deliziosa mogliettina.




Un doveroso riconoscimento alla professionalità di Camille, sensibile e cara compagna di avventura, che ha reso possibile tutto questo.
Credits Video: L'artista dell'obbiettivo. Foto di Fabio D'Amore, diritti riservati. Regia e Montaggio: Camille Dufresne.

1 commento:

  1. Non finirò mai di rongraziarvi per il bel regalo che mi avete fatto. E' stata una sopresa graditissima. Grazie mille!
    Fabio

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)