giovedì 23 febbraio 2012

Torta di sfoglia al farro alle mandorle e amarene di Luca Montersino


Il fatto stesso che io abbia preparato questa torta è un'attestazione di stima e di affetto
per le due folli che hanno concepito il montersiniano contest: Annalù e Stefania. Per nessun altro infatti avrei preparato una torta di mandorle, visto che i dolci di mandorle a me proprio non piacciono.
Nessuno mi obbligava a preparare proprio questa torta, sia chiaro: è solo che dopo averne provata invano un'altra risoltasi in un miserabile fallimento (oltre che nello spreco di una quantità industriale di uova, panna, yogurt e fragole) ho deciso di cimentarmi con qualcosa di più semplice, e il dolce più semplice dell'unico libro di Montersino in mio possesso era questo.

Le regole del contest sono ferree: occorre realizzare un dolce di Montersino seguendo integralmente la sua ricetta, oppure preparare un dolce diverso ma usando solo le basi e le dosi del Maestro. Non sono certa di rientrare in tutte le regole in quanto non ho avuto il tempo materiale di preparare una pasta sfoglia con farina di farro e mi sono accontentata di un prodotto surgelato, per cui ho forti probabilità di finire fuori concorso ugualmente; non importa, l'importante per me a questo punto è averci provato... :-D   


TORTA DI SFOGLIA AL FARRO E AMARENE
(Da: Luca Montersino – Golosi di salute – Sitcom editore)

Per uno stampo di 26 cm di diametro

Per il composto di mandorle e farro:
125 g mandorle con la buccia
25 g mandorle amare (armelline)
35 g farina di farro integrale
130 g zuccchero di canna grezzo
125 g burro a temperatura ambiente
100 g tuorli
200 g albumi

Per la finitura:
400 g pasta sfoglia fatta con farina di farro (io ho usato un prodotto surgelato che del farro non aveva neanche l'ombra)
40 g confettura di amarene
65 g amarene snocciolate
80 g mandorle a filetti
35 g zucchero in granella
Gelatina di albicocche q.b.
Mandorle intere con la buccia q.b.
Amarene snocciolate q.b.


Imburrare uno stampo a cerniera (oppure a fondo amovibile) di 26 cm di diametro.
Preriscaldare il forno a 170 °C.

Mettere nel bicchiere del frullatore le mandorle con la buccia, le mandorle amare, la farina di farro integrale e 50 g di zucchero di canna prelevato dal totale. Azionare il frullatore e ridurre le mandorle in farina fine e omogenea.

Montare gli albumi con lo zucchero di canna rimasto (80 g) e tenerlo da parte.

Montare il burro, aggiungervi i tuorli uno alla volta amalgamandoli bene prima di aggiungere il successivo, unire la polvere di mandorle e incorporarvi infine gli albumi montati a neve in 2 fasi: versarne circa 1/3 e amalgamarli delicatamente con un movimento dall’alto in basso, ruotando di ¼ la ciotola ogni volta, in modo da ammorbidire l’impasto. Aggiungere a questo punto i restanti albumi montati e incorporarli con lo stesso movimento delicato.

Stendere la pasta sfoglia a 3 mm di spessore e foderare lo stampo precedentemente imburrato. Bucherellarne il fondo con i rebbi di una forchetta e spalmarvi sopra la confettura di amarene, indi distribuire le amarene intere. Versarvi sopra il composto alle mandorle, spolverizzare con le mandorle a filetti e lo zucchero in granella e infornare per 25-30 minuti.

Una volta cotta sformare la torta e farla raffreddare su una gratella.
Decorare con altre amarene e mandorle con la buccia, sciogliere la gelatina di albicocche in un pentolino e cospargerla sulla torta per renderla brillante.

Servire. 

Osservazioni

Come ho già detto, non vado matta per i dolci di mandorle; questo tuttavia mi è sembrato un po' troppo dolce. L'ho portato a mia sorella - loro adorano i dolci di mandorle - ed è sembrato troppo dolce anche a loro. Io diminuirei lo zucchero nel composto di mandorle e farro, azzardo una quantità di 80 grammi: la confettura di amarene spalmata sul fondo infatti lo dolcifica già parecchio.

Questa ricetta partecipa indegnamente al contest di Assaggidiviaggio e Profumi&Sapori "Goloso, ma di salute".

14 commenti:

  1. Per prima cosa ti faccio i complimenti per avercela fatta ( io no e mi cospargo il capo di cenere), poi ti dico che se proprio lì da te non c'è nessuno che voglia mangiarla, io mi offro volontaria.

    Quella fetta con le amarene in bella vista sembra dire mangiami!!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  2. Mandorle&Amarene sono una calamita per me!! :D ehehehehee
    Sono qui a cercare di capire come è la consistenza...per il gusto quello una idea me la sono fatta deve essere ottima! :))))
    PS
    Che vi possino a tutti con ste'torte in un periodo nel quale si dovrebbe pensare alla Quaresima! :P ahahahahahaha

    RispondiElimina
  3. cara mapi, sei stata bravissima a cimentarti e il risultato mi sembra notevole! personalmente adoro le mandorle e appena ho un po' di tempo proverò anch'io a realizzare questo dolce, ti farò sapere. intanto faccio il tifo per te :)

    RispondiElimina
  4. A me i dolci con le mandorle piacciono eccome, ma seguiro' il tuo consiglio per lo zucchero :-)

    RispondiElimina
  5. Mapi, prima di tutto GRAZIE! Non è da tutti, dopo un insuccesso, ri-cimentarsi in qualcosa di così ostico. E so perfettamnete che l'hai fatto solo per noi. Quindi grazie doppiamente. Detto questo, sarebbe stato interessante vedere il risultato del primo fallimento e capire le motivazioni del disastro ... Ricetta purtroppo fuori concorso, e non sai quanto mi dispiaccia! ... :-((((( Un bacione!!!

    RispondiElimina
  6. Bonaaaaa!Se non avessi rispettato tutte le regole del contest, bhe complimenti lo stesso per aver condiviso questo dolce paradisiaco, anche per me mandorle & Amarene sono uhna droga!Un bacione

    RispondiElimina
  7. :DDD
    Sono felice che non ti sia cimentata nella pasta sfoglia col farro! :DDD

    RispondiElimina
  8. quell'amarena tentatrice! che golosa questa torta, nemmeno a me piacciono troppo dolci ma ti è venuta benissimo!
    ciao :-)

    RispondiElimina
  9. Che buonaaaaaaaaaaa! ^-^ Particolarissima, ricca e... golosa!!! :*

    RispondiElimina
  10. Montrersino riceverà un sacco di torte. ma quanto ad attestati di amicizia, Stefania e Annalu non saranno battute da nessuno :-)
    A me, comunque, sembra uno spettacolo, 'sta torta...

    RispondiElimina
  11. Mapi, apprezzo molto la tua partecipazione, ma come alle altre ti faccio la domanda :" Ma l'assaggio non si può avere?" :-P :-DDD
    Comunque mi dispiace tantissimo che tu partecipi fuori concorso, anche se è bello sapere di avere delle amiche pronte a cimentarsi nella pasticceria più difficile solo perché ti vogliono bene ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  12. mi sa che in tante ci siamo "sacrificate" per amore di Annalu e Stefania ;-))

    RispondiElimina
  13. Mapi, strepitosa!!!
    Questa sarà la torta del mese, devo copiare assolutamente i tuoi passi e rifarla!

    mi piace assai!!!!

    besos

    RispondiElimina

NO VITALBIOS!!!