lunedì 24 ottobre 2011

Profiterole alla crema di cioccolato bianco e basilico



Quando ho letto il bellissimo post di Stefania, ho pensato: ma quanto è bello l'MTChallenge??? Si provano ricette nuove, ci si sfida su quelle già conosciute e si ha l'occasione di preparare un dolce che non si era mai fatto prima! Sì, perché devo
confessare che l'unico periodo della mia vita in cui preparavo regolarmente il profiterole è stato l'anno della terza media, solo che all'epoca usavo le scatole con i preparati. Ogni tanto invitavo a casa mia per il pomeriggio una o due compagne di scuola con la domanda "facciamo una torta?", acquistavo la scatola per i profiteroles, aggiungevamo al preparato uova, acqua o latte e burro e preparavamo le palline di impasto sulla placca del forno, aiutandoci con un cucchiaino (altro che la sac-à-poche! ^_^).
I problemi si presentavano regolarmente al momento di farcire i bignè gonfi e dorati che uscivano fragranti dal forno: la scatola che comperavo io prevedeva una farcitura di crema pasticcera e la copertura di cioccolata. Solo che a noi ragazzine non è mai venuto in mente di far raffreddare la crema prima di farcire i bignè (e sulla scatola non c'era scritto ^_^), sicché ogni volta ci scottavamo le dita. Che divertimento però! Alla fine del pomeriggio ogni amica portava a casa metà o un terzo dei profitteroles preparati - dipendeva da quante eravamo - da far gustare alla sua famiglia la sera, dicendo con orgoglio "questo l'ho fatto io".

Ne è passato di tempo da allora, ma io stranamente non ho mai più preparato i profitteroles, dedicandomi invece ad altri tipi di preparazione. Non che la ricetta mi fosse comunque sconosciuta: qualche anno dopo una zia l'ha svelata a mia madre e li ho visto preparare i bigné tante volte, solo che non l'avevo mai fatto personalmente. Non posso quindi che ringraziare di cuore Stefania di Profumi & Sapori con il suo preziosissimo post dettagliato fino all'ultimo grammo, per avermi trasportata magicamente per un istante dentro gli allegri e sereni pomeriggi della mia infanzia e per aver proposto questa magnifica ricetta su cui sfidarci in questo dorato mese di ottobre. 

Solo che... solo che ottobre mi è volato, letteralmente. Ero ancora convinta di avere tutto il tempo del mondo quando, venerdì sera, ho cominciato a leggere le proposte delle sfidanti. E' a quel punto che ho cominciato seriamente a preoccuparmi, perché oltre a rendermi conto che di tempo non ce n'era più tanto, ho constatato che l'MTC di questo mese non riguarda solo una ricetta di cucina, ma anche la vita personale. Sì, perché più di una sfidante, per realizzare i bigné, ha fatto ricorso all'aiuto del marito; e i mariti non si sono limitati a fotografare o a stare in cucina incitando con un "dai che ce la fai", no: hanno partecipato attivamente, qualcuno addirittura improvvisando un mandrino per sac-à-poche con il fermaciuccio del bébé! 


Occorreva correre ai ripari, solo che avevo 8 giorni per mettere un annuncio sul giornale (qualcosa del tipo donna sola, bella presenza, cerca marito per fare i bigné), scegliere il candidato tra i tanti che si sarebbero presentati, fare le pubblicazioni, sposarlo e preparare il profiterole. Capite bene anche voi che mi mancavano i tempi tecnici. Stavo per gettare la spugna, quando mi sono ricordata una cosa: ma io ce l'ho un marito!!! Un marito virtuale, che non sa neppure che esisto e che naviga sull'altra sponda, è vero, ma data la situazione non era certo il caso di fare la schizzinosa. A quel punto sono corsa alla libreria, ho agguantato emozionata il libro di Paul e mi sono messa a sfogliarlo avidamente. La mia scelta è caduta su una ganache che avevo già provato in una ricetta diversa e che mi era piaciuta assai; mi è bastato raddoppiare la dose di panna per avere una crema della consistenza adatta per farcire i miei bigné. 


Per i bigné stessi ho usato la ricetta di Montersino ma preparando la dose intera, per due motivi: il primo è che immaginavo i bigné fossero come le crepes: le prime non vengono bene, poi ci prendi la mano. Il secondo motivo è che intanto che preparavo i bigné dolci mi è venuta in mente una versione salata, di cui vi parlerò presto. :-)



PROFITEROLE ALLA CREMA DI CIOCCOLATO BIANCO E BASILICO



Per circa 30 bigné:
(Da: Luca Montersino – Peccati di gola – Sitcom Editore)

185 g acqua
165 g burro
175 g farina 00
25 g latte intero fresco
270 g uova intere
1 pizzico sale fino

Per la crema cioccolato bianco e basilico (per 12 bigné):
(Da: Paul A. Young – Avventure al Cioccolato – DeAgostini)

100 g cioccolato bianco
100 g panna da montare
10 g foglie di basilico appena colte

Per la ganache al cioccolato (per 12 bigné):

100 g cioccolato Venezuelano fondente al 72% (si sposa perfettamente col basilico, parola di Paul!)
200 g panna da montare
25 g sciroppo d'acero scuro


Preparare la crema al basilico: (si può fare anche la sera prima) sciacquare velocemente le foglie di basilico e tamponarle delicatamente con carta da cucina per asciugarle. Metterle in un pentolino, versarvi sopra la panna, poi inserire il primo pentolino dentro una pentola piena d'acqua e portare lentamente a ebollizione a bagno maria.
Spezzettare il cioccolato bianco, metterlo in una ciotola e versarvi sopra la panna calda col basilico. Mescolare con cura fino a che il cioccolato bianco non si sia sciolto completamente (il mio ha fatto fatica a sciogliersi, così l'ho passato per 15 secondi nel microonde a 750 watt. Naturalmente a Paul non lo direi mai nemmeno sotto tortura, ma a voi lo rivelo: ^_^ dopo tutto il marito è sempre l'ultimo a sapere, no?), poi versare la crema nel bicchiere del frullatore a immersione e frullare fino a sminuzzare il basilico. Rimettere nella ciotola e fare raffreddare completamente. Coprire con pellicola trasparente e conservare in frigorifero.

Preparare i bigné: In una pentola dal fondo molto spesso mettere a bollire acqua, latte, sale e il burro tagliato a fette per facilitarne un rapido scioglimento.
Aggiungere la farina in un colpo solo per evitare la formazione di grumi e mescolare energicamente tenendo sul fuoco finché l'impasto non sfrigola leggermente. Trasferirlo allora nella planetaria con la frusta a foglia e avviare l'apparecchio per 1 minuto a velocità 1. Aggiungere le uova 1 per volta incorporandole bene prima di passare all'uovo successivo: la pasta choux avrà una consistenza simile a quella della crema pasticciera. Trasferirla in una tasca da pasticceria con bocchetta liscia da 8-10 mm di diametro e formare, sulla placca del forno imburrata, tanti mucchietti lisci grossi come una noce e ben distanziati. Evitare la carta forno, che non permetterà ai bigné di gonfiarsi in altezza ma li farà sfrittellare miseramente.
Passare i bigné in forno preriscaldato a 220 °C e cuocere per 12 minuti, poi socchiudere leggermente lo sportello del forno inserendovi il manico di un cucchiaio di legno e completare la cottura per altri 7-8 minuti, finché i bigné non saranno gonfi e dorati.
Farli raffreddare su una gratella prima di utilizzarli.

Preparare la ganache al cioccolato*: spezzettare il cioccolato fondente e raccoglierlo in una ciotola. In un pentolino che andrà inserito in un bagnomaria portare lentamente a ebollizione 100 g di panna e lo sciroppo d'acero, poi versarli sul cioccolato spezzettato e mescolare fino a quando questo non si sia sciolto. Versare la crema in una ciotola capiente e cominciare a montarla con l'aiuto di un frullatore. Dopo qualche minuto aggiungervi i rimanenti 100 g di panna, continuando a montare. Passare in frigorifero per almeno mezz'ora. 

Montare il profiterole: farcire i bigné con la crema al basilico aiutandosi con una sac-à-poche munita dell'apposita bocchetta col beccuccio lungo. Tirare fuori dal frigo la ganache di cioccolato e montarla ancora qualche minuto. Immergere i bigné farciti nella ganache di cioccolato, estrarli con un cucchiaio e disporli a piramide sul piatto di portata. Guarnire con qualche foglietta tenera di basilico fresco e servire. 



* Chiedo scusa ai veri intenditori per questa ganache di copertura montata: sono purtroppo influenzata dai profiteroles da pizzeria e faccio fatica a concepirli con la glassa lucida, come dovrebbero essere. E' da questo che si vede la mia ignoranza, temo... :-( 

Con questa ricetta partecipo anche al contest La Torta dei sogni di Serena di Dolci e chiacchiere.

31 commenti:

  1. Questo tuo marito...virtuale è sicuramente più utile del mio reale, in cucina, che mangia e basta!!! :-)

    RispondiElimina
  2. anche in questo caso , come quando ho visto quelli di Assaggidiviaggio e quelli della Ste, io posso ritirarmi dalla gara...MaPIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII, ma quanto sono belli???????????

    RispondiElimina
  3. Mi ripeto: SUPERMAPI!!!
    Non male l'idea dell'annuncio per cercare marito che ti assista nella preparazione dei bignè, per il prossimo MTC ti conviene partire già da ora per l'annuncio :-)) ma a quanto pare ne hai di mariti....Young e Knam, ultimamente anche Ducasse, e che vuoi di più? un tucano?
    beh questa versione dolce è strepitosa, mi ricordo benissimo dell'altra ricetta in cui abbinasti cioccolato e basilico, bel riciclo, bravissima!!! non vedo l'ora di poter ammirare anche la versione salata!
    buon lunedì
    cris

    RispondiElimina
  4. Spettacolari...i 'profittterols' che pronunciati nel mio dialetto ti danno tutta la partecipazione cno il quale mi sono letto questo dessert! :D
    Granbel marito, non c'è che dire! :P ehehehehehe

    RispondiElimina
  5. che attentato alla linea perduta ma sono così deliziosi... di più da urlo buon inizio settimana

    RispondiElimina
  6. Ciao, esco dal "tema", se ti fa piacere ricevere il libro "chi lo legge questo libro" che con Antonella abbiamo pensato di spedire in regalo a chi ha partecipato alla raccolta speziale, puoi (se ti va) mandare l'indirizzo al mio indirizzo mail che trovi sulla barra a lato del mio blog. Ciao e grazie ancora per aver partecipato.

    RispondiElimina
  7. Curiosissima di apprezzare anche la versione salata, intanto sono rimasta incantata da quella dolce, complimenti! Grazie per aver condiviso ricetta e ricordi e buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  8. dopo aver letto il tuo post, sono sempre più convinta che un marito virtuale sia decisamente da preferire a uno reale... bravissima, i tuoi profiteroles sono spaziali!!!

    RispondiElimina
  9. La domanda sorge spontanea: hai fatto 30 bignè e ci mostri una piramide di solo 4. Dove sono finiti gli altri 26???
    L'abbinamento cioccolato basilico è da veri intenditori, e tu lo sei, eccome! Adesso non mi resta che aspettare la versione salata!

    RispondiElimina
  10. No Mapi! Sto ridendo come una stupida... per l'annuncio!! Dammi retta resta fermamente aggrappata al marito virtuale... visti i risultati che ha *prodotto*... è senza dubbio meglio del mio reale
    ;-)
    Nora

    RispondiElimina
  11. ciaoo mapi, ma che belli sti profitteroles...io ce l'ho il marito ma per questa volta l'ho lasciato fuori dai giochi....se avessi fatto la versione tradizionale mi avrebbe massacrato...:)))....mi stuzzica il cioccolato col basilico...davvero originale!

    RispondiElimina
  12. bella l'idea dell'annuncio! :-D
    ma con il basilico sono veramente originali, sono curiosa... la glassa morbida sarà da pizzeria ma a me piace molto, la faccio sempre così.
    ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  13. Non lo dico perché sei mia amica, ma perché riconosco il talento quando c'è, e tu ce l'hai!
    P.s. facciamo scambio di marito???

    RispondiElimina
  14. semplicemente deliziosi!!! chissà che gusto!!! e poi, credimi , te lo dico con il cuore in mano, mille ,ma che dico mille?, miliardi di volte meglio "tuo marito" di...altri , e resto sul vago altrimenti potrei scrivere un "commento/libro" :-)
    dico questo con somma gelosia perchè, credo tu oramai lo sappia bene, del tuo paul sono pazzamente innamorata anch'io...e sapere che ti ha aiutata nei profiteroles mi fa un pò male...ma accetto la dura verità, anzi, la accetterei meglio mangiando i tuoi profiteroles "alla vostra ...felicità"!!! bacissimi

    RispondiElimina
  15. Saranno anche "da pizzeria" ma fanno venir voglia di allungare un dito sul monitor per assaggiare la cremina! Ma tu, che pizzerie frequenti???? Brava! Come sempre. Cristina P.

    RispondiElimina
  16. Ciao Mary grazie per quello che mi scrivi nel post; non potrei mai esordire con i bignè perchè, anche se riesco a fare dolcetti un pò più complicati, con i bignè non vado molto d'accordo....le ultime tre volte mi sono venuti "na schifezza!!!" e da qualche anno li ho banditi dalla mia cucina.Il bello è che appena fatti sono quasi perfetti ma poi si ammosciano. A vedere ituoi mi è venuta voglia di fare un ennesimo tentativo e mi sembra di capire che la ricetta di Monersino è una garanzia.Me la annoto e poi si vedrà.
    Piuttosto mi piacerebbe capire che cos'è l' MTChallange e cosa bisogna fare per parteciparvi.
    Ti abbraccio e grazie ancora.

    RispondiElimina
  17. Non ti dico da quanto tempo voglio provare il basilico nei dolci...ma fin ora lo pensavo sempre abbinato ai lamponi...insieme al cioccolato bianco però mi piace anche di più! Questo profiteroles dev'essere una bomba, goloso e tremendamente profumato! Hai avuto una splendida idea!

    RispondiElimina
  18. Stefania ti dirò, comincio a pensarlo anch'io! :-D

    Francy no, tu non puoi e NON DEVI ritirarti dalla gara perché sai quanto sei brava? Di più!!!! :-)))

    Cris ma grazie, stella!!! Dici che sono pure poligama e non me ne ero accorta? Orpo, ma allora sono una donna ricca e fortunata!!! :-)))

    Mary sono contenta che ti piaccia. :-)

    Mario grazie... ma sappiamo tutti e due che il marito migliore ce l'ha Gambetta!!! ;-)

    Simmy in questo hai ragione: sono un attentato alla linea. In compenso aumentano il buonumore... ;-)))

    Libera ma ciao!!! Grazie, volentieri, ti scrivo! :-)))

    Barbara grazie a te per l'apprezzamento. :-) Ti confido una cosa, in segreto: a me la versione salata è piaciuta ancora di più... :-9 La manderò in onda mercoledì.

    Cristina diciamo che chi si accontenta gode e che un marito virtuale è meglio di nessun marito... quando c'è di mezzo l'MTC, tutto serve!!! :-D

    Stefania gli altri 26... sono destinati a tanti altri ripieni, perché una volta che mi sono lanciata coi bigné non mi ferma più nessuno! ;-)

    RispondiElimina
  19. Nora ma tu dici che l'annuncio potrebbe funzionare? Perché quasi quasi lo pubblico su un giornale, in modo da arrivare attrezzata al prossimo MTC! :-D Ci sarà pure una via di mezzo tra un marito virtuale utilissimo e uno reale un po' meno utile tra i fornelli! ;-)

    Rosaria hai avuto sicuramente le tue buone ragioni per lasciare tuo marito fuori dalla cucina per questa tornata; io il "mio" ho provato a trascinarlo dentro, ma di persona non ci viene! :-) L'abbinamento col basilico è fantastico, ricorda un pochino la menta ma è più delicato. :-p

    Francy sono sempre più decisa: pubblicherò quell'annuncio sui giornali locali! :-D

    Stefania più che di talento io parlerei di... fattore C!!! :-D Per lo scambio di marito se ne può parlare: tanto la cosa rimane in famiglia ^_^

    Roby sei talmente carina che sono disposta a cederti mio "marito" al 50%, anche perché so che di pessimi mariti reali ce n'è fin troppi in giro; mi tengo quello virtuale e lo condivido all'occorrenza... :-)))

    Cri alla domanda "che pizzerie frequenti?" mi viene da rispondere che l'ultima volta che ho mangiato la pizza è stato a casa tua, preparata da te. Ti ho detto mille volte che tu sei CHEF INSIDE e qui lo ripeto. :-))) Grazie.

    RispondiElimina
  20. Wow!!!! Con il basilico!!!! Fantastico.....da provare, mi incuriosisce proprio!!! Grazie di essere passata e complimenti per il blog!! Ciao

    RispondiElimina
  21. Ommamma mi hai fatto morire con l'annuncio cercasi marito ahahahahahha, e poi ti sei ricordata di averlo: emmenomaleeeeeeee!!!
    Questi profiterol sono fanstatici, ma no, DI PIU'!!!!!!
    Molto di più!

    Accidenti avrei partecipato volentieri questo mese, ma proprio non ce la faccio, tempo libero zero :-(

    RispondiElimina
  22. Tiziana l'abbinamento è insolito e vale davvero la pena: osa!!!

    Musky so che hai poco tempo e mi dispiace ma tu lo sai, vero, che all'MTC noi concorrenti ti aspettiamo sempre? :-))) Un abbraccione... in attesa di conoscerti di persona!

    RispondiElimina
  23. In realtà il marito virtuale ha una serie di indubitabili lati positivi!!!!!
    La tua proposta è super: e meno male che hai fatto tutto sul filo di lana!
    Mi piace molto l'aroma del basilico nei dolci :D

    RispondiElimina
  24. Mariabianca L'MTChallenge è la sfida di cucina più divertente del web. Le regole si trovano qui: http://menuturistico.blogspot.com/2009/04/mt-challenge-la-sfida-di-menuturistico.html

    E' una sfida indetta dal blog Menù Turistico, che ha luogo ogni mese su una data ricetta (per ottobre il tema sono i profiteroles). La ricetta della sfida viene comunicata il 5 di ogni mese e le proposte degli sfidanti vanno pubblicate dal 13 al 28 del mese. Chi vince... non vince niente, ma propone la ricetta della sfida successiva ed è giudice della gara insieme ad Alessandra e Daniela, le due autrici di Menù Turistico.
    La vera sfida è con se stessi: provare a fare la ricetta proposta e se possibile trovare delle varianti. Ci si diverte da matti e si ammira la fantasia dei partecipanti, che rielaborano una data ricetta in chiave dolce e salata in modi inediti. Prova e vedrai! :-)

    Per quanto riguarda i bigné, la ricetta di Montersino è garanzia di sicura riuscita, provala!

    Un abbraccio.

    Lenny sto cominciando a pensre anch'io che un marito virtuale sia molto meglio di uno reale... ;-)

    RispondiElimina
  25. Un matrimonio di successo il tuo. Ad ognuno il suo pasticcere o cioccolatiere preferito.^^
    Fabio

    RispondiElimina
  26. Mapina.... io ti seguo sulla glassa opaca, anche io l'ho fatta cosi'!!!!
    Per il resto, che dire.... geniale!!!!
    Baci baci

    RispondiElimina
  27. Ciao Mapi, ma questa cremina al basilico mi incuriosisce parecchio...e la glassa montata non sarà un classico ma è buona! complimenti...attendo la versione salata! baci

    RispondiElimina
  28. Guardando il blog vedo che ti piace sperimentare con accostamenti di sapori particolari! Non sono un amante di accostamenti arditi ma ti seguirò con interesse.. vedessi mai che riesci a convertirmi! :) Brava!

    RispondiElimina
  29. Ciao cara, sono incasinatissima a negozio ultimamente e me li ero persa. Mi sa che ripeto il commento dell'Araba...il tuo marito virtuale è veramente utilissimo. Del resto...sembra che sia una costante, il virtuale batte il reale. Ma non nel caso dei tuoi profiteroles che a sensazione mi sa che siano buonissimi. Adoro il basilico in pasticceria, io preparo una panna cotta al basilico buonissima. Proverò con il cioccolato bianco. Spero di vederti presto. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  30. Ma come ho scritto poco fa ad Annalù e Fabio...dov'ero quando avete postato i vostri prof???? ...... continuo ogni mese a dirtelo..... non è giusto che mettiate sempre i bastoni tra le ruote di chi ancora non ha vinto!!!! Sono stata spiegata?????

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)