mercoledì 31 agosto 2011

Coniglio all'aglio rosso di Nubia con patate marinate arrosto

Quella delle patate marinate è una scoperta di 10 giorni fa quando sono stata invitata a cena a casa di carissimi amici. Angela e Rosaria, cognate e cuoche provette, me ne hanno svelato il segreto e da ora in poi non potrò più fare a meno di preparare le patate al forno così. La marinatura infatti conferisce alle patate un leggero gusto affumicato, non so come altro definirlo; è molto delicato ed è assolutamente delizioso, parola di una che l'affumicato lo detesta. Domenica a pranzo ho voluto abbinarle al coniglio all'aglio, un classico che con l'aglio rosso di Nubia acquista quel quid in più... e che mi fa gustare i sapori della mia Terra anche quando ne sono lontana. 

Io gli arrosti li cucino sempre sul fornello, ma questa preparazione - fatta salva la rosolatura del coniglio - può essere tranquillamente cotta in forno, a 200 °C in modalità statica.

CONIGLIO ALL'AGLIO ROSSO DI NUBIA CON PATATE MARINATE ARROSTO 


Per 6-8 persone:

1 coniglio da 1,5 kg circa tagliato in 6-8 pezzi
1 testa di aglio rosso di Nubia (8-10 spicchi)
1/2 bicchiere di vino bianco secco
3 rametti di rosmarino
farina
sale
pepe
olio extravergine di oliva

Per le patate marinate:
1 kg di patate
1 cipolla rossa di Tropea
2 rametti di rosmarino
12 g sale
pepe
olio extravergine di oliva



Un'oretta prima di cominciare a cucinare mettere a marinare le patate: lavare le patate, sbucciarle e tagliarle a spicchi, riunendole in una ciotola. 
Tagliare la cipolla a rondelle sottili e unirla alle patate. 
Salare e pepare, aggiungere gli aghi dei rametti di rosmarino, irrorare con un filo d'olio, mescolare bene e lasciarle macerare a temperatura ambiente.
Dopo un paio d'ore avranno rilasciato molta acqua e acquisiranno un delicato profumo affumicato (o almeno così io lo percepisco) che è la fine del mondo!

Lavare i pezzi di coniglio e asciugarli tamponando con carta da cucina. Infarinarli e batterli leggermente per eliminare la farina in eccesso.
Versare nella rostiera mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva e mettervi gli spicchi d'aglio sbucciati. Accendere il fuoco e tenendo la fiamma al minimo farli dorare. 
Alzare a questo punto la fiamma e rosolare per bene i pezzi di coniglio da tutti i lati. Aggiungere il rosmarino, spruzzare con il vino bianco e farlo evaporare. Salare, pepare, coprire e abbassare la fiamma, portando il coniglio a cottura per 45 minuti circa.
Togliere il coniglio dalla pentola e tenerlo in caldo.
E' probabile che il coniglio abbia rilasciato tanta acqua: lasciatela nella pentola, sarà assorbita dalle patate. Se dopo la cottura prolungata dovesse essere "impallidito", fategli fare un altro giro di doratura dopo che avrete tolto le patate.

Versare le patate marinate e la loro acqua nella pentola, mescolare per distribuirle bene e farle cuocere per 20-30 minuti, mescolando ogni tanto.

Servire il coniglio con le patate marinate.


6 commenti:

  1. Ciao Mapi, una domanda: ma per quanto tempo devono marinare le patate e poi non capisco come fanno ad acquisire un gusto affumicato?
    Grazie
    Cris
    Poverimabelliebuoni

    RispondiElimina
  2. Ciao Cris, bentrovata! :-))) Le patate le ho fatte marinare complessivamente per un paio d'ore; quanto al delicato aroma affumicato, non so esattamente come facciano ma lo acquisiscono da sole... ed è favoloso!!! :-9

    RispondiElimina
  3. Mi hai fatto troppo ridere :-D grazie infinite delle ricettine,i cuochi Speziali saranno già in fibrillazione...salvo le foto e aggiorno il post, grazie ancora :-)

    RispondiElimina
  4. Solo per quelle patate potrei fare gesti inconsulti.Quel colore rosolato promette un sapore idilliaco. Ma come si fa a resistere (chi non mangia patate, peste lo colga!). Bellissima ricetta. PAt

    RispondiElimina
  5. Accantoalcamino, sei tu che mi hai fatto morire dal ridere! :-D Complimenti ancora per l'iniziativa; se ce la faccio, vengo pure io a Brescia il 9 ottobre!

    Mary thanx! :-)))

    Pat grazie mille! Fatte in questo modo in effetti le patate sono speciali, mi dispiace solo non averlo scoperto prima. :-9

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)