lunedì 7 marzo 2011

MINI MUFFIN AL DOPPIO CIOCCOLATO E... 2 PDF PER VOI !!!! :-D

Questa settimana parte col botto, grazie a una svista delle (st)Renne: il brain storming tra noi è infatti continuo, e tra una cosa e l'altra ci siamo accorti, al momento di pubblicare il pdf del Carnevale secondo le (st)Renne, che non avevamo ancora pubblicato il pdf di gennaio, sugli avanzi della tavola delle feste.
Li pubblichiamo entrambi oggi, dandovi i rispettivi link per poter scaricare i files e avere comodamente a  portata di mano tutte le ricette che abbiamo pubblicato per entrambi i progetti. Qui trovate quello relativo agli avanzi delle feste, mentre qui c'è quello di Carnevale.

E a proposito di Carnevale, che trova in questi giorni il suo culmine (giovedì grasso per chi è di rito Romano e sabato grasso a Milano e dintorni, dove vige il rito Ambrosiano), ero al telefono l'altra sera con mia sorella, che mi stava raccontando dei costumi di carnevale del Dolce Principe e della Pulcetta, quando è scattato l'amarcord sui nostri costumi di carnevale, da bambine. Erano altri tempi, e il medesimo costume veniva riciclato almeno una volta, finché il pargolo non era cresciuto, ma comunque ci travestivamo anche noi ed era bello quando mamma e papà ci comperavano il costume.
Il mio primo costume di carnevale è stato il vestito da fata, un meraviglioso abito in raso rosa con tante stelle argentate e la bacchetta magica sormontata da una stella. Avevo pure il cappello a punta, sempre di raso, e all'epoca i miei capelli erano biondi e lunghissimi, mi arrivavano alla fine della schiena. Ero particolarmente fiera di quel bel vestito da Fata e ricordo l'orgoglio con cui uscii di casa e andai al parco giochi a sfoggiarlo. Lì c'erano tutte le mie amichette, vestite anche loro da Fata, ma con i costumi azzurri. Tutte quante. Mi squadrarono tutte dalla punta del cappello fino alle dita dei piedi, e poi sentenziarono tutte in coro: "Le Fate rosa non esistono!".

Avevo rimosso completamente l'episodio finché non mi sono messa a parlare di costumi con mia sorella, ma l'altra sera mi si è accesa una lampadina del cervello e credo di aver capito, finalmente, perché odio il Carnevale e detesto mascherarmi... :-D

MINI MUFFIN AL DOPPIO CIOCCOLATO

Da Muffin – Gribaudo Parragon Editore

 Per 18 mini muffin


130 g farina
125 g panna acida
100 g zucchero di canna
100 g gocce di cioccolato fondente
35 g burro
25 g cacao amaro in polvere
½ cucchiaino di bicarbonato di sodio

Accendere il forno a 180 °C in modalità statica.


Se lo stampo per mini muffin di cui disponiamo è in metallo (anche antiaderente), conviene disporre un pirottino di carta in ogni cavità; se non abbiamo lo stampo per minimuffin, possiamo ovviare all'inconveniente disponendo sulla placca del forno 18 pirottini doppi, in modo da dar loro consistenza. Io ho usato uno stampo in silicone e nessun pirottino. :-)


In una ciotola setacciare la farina con il bicarbonato e il cacao, aggiungervi lo zucchero e mescolare bene per amalgamarli. Aggiungervi le gocce di cioccolato.


In un'altra ciotola lavorare con una frusta le uova, la panna acida e il burro ammorbidito, fino ad ottenere un composto omogeneo.


Unire a questo punto gli ingredienti secchi e quelli umidi, facendo attenzione a non lavorare troppo il composto.


Versare nei pirottini, riempendoli per 2/3 e infornare per 20 minuti.


Sformare e metterli a raffreddare su una gratella.



9 commenti:

  1. allora Mapi, parliamone.....me ne mandi 2, 3, 10 a casa????^_^

    RispondiElimina
  2. Invece io a 15 anni mi sono vestita da pagliaccioe un sacco di ragazzi mi hanno abbordata... quando hanno scoperto chi fossi, mi hanno voltato le spalle... Ecco perché amo il carnevale travestirmi!!!! ;)))
    P.s. anche se dovrei essere a dieta da asesso all'anno prossimo... mi hai fatto venire un'acquolina... che me li vado a fare!!! ;)

    RispondiElimina
  3. buoni i muffins.. quanto li adoro!!!
    anche io ho un ricordo "spietato" del carnevale da piccola e.. lo detesto cordialmente!!
    xò andrei volentieri di Martedì Grasso a Sant Lois.. ^__^

    RispondiElimina
  4. Bellissimissi questi dolcetti con il doppio cioccolato..Oh io avevo il vestito da fata come il tuo ma azzurro e poi la parrucca azzurra con le trecce....

    RispondiElimina
  5. quando ero alle elementari mia mamma mi aveva cucito un bellissimo vestitino da Cappuccetto Rosso, con il quale avevo fatto furore. peccato che da allora tutti mi hanno sempre chiamata Cappuccetto Rosso, lo detestavo!!
    invece i muffin li adoro, specialmente quelli al cioccolato... ma quante uova ci vanno?
    bacioni

    RispondiElimina
  6. quindi sei diventata una cuoca da urlo per fare dispetto alle tue amiche che adesso mangeranno 4salti in padella a pranzo e cena? bravissima!
    però una decina di questi muffins li dai a me: a me le fate rosa piacevano tantissimo :-)

    RispondiElimina
  7. Ma le fate azzurre questi muffin al doppio cioccolato nemmeno sanno cosa sono!! :P ahahahahahahahahaha
    PS
    Penso di aver detto tutto, no?! :P hhihihiihi

    RispondiElimina
  8. Secondo me la bacchetta ce l'hai ancora conservata e l'hai usata per questi mini muffin! :-D
    Fabio

    RispondiElimina
  9. E chi l'ha detto che le fatine rosa non esistono? Mi sa che le tue "amiche" erano un po' invidiosette della fatina più bella che avessero mai visto ;-)
    Baci
    Anna Luisa
    PS bellissimi i tuoi muffins ;-)

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)