lunedì 20 dicembre 2010

Biscotti di pan speziato (Lebkuchen)


Da quando Alda mi ha insegnato la ricetta di questi biscotti li preparo a Natale ogni anno, e adesso che lei non c'è più, ogni volta che li lavoro non posso fare a meno di pregare per lei.
In famiglia li adorano tutti, a cominciare da mia madre che di solito non esprime preferenze marcate. Quella che però mi ha sempre colpita è la mia nipotina, la Principessina-Pulcetta: inappetente fin dalla primissima infanzia, ha da subito amato questi biscotti. Ricordo ancora quando aveva due dentini di numero e niente niente li metteva in bocca e li succhiava piano piano, a mano a mano che si ammorbidivano.
Anche il Dolce Principe ne va matto e così, anche se ogni volta impiego un sacco di tempo a macinare le spezie, li preparo sempre in grande quantità: una dose e mezza quando ne faccio pochi.

Di solito non li decoro: la manualità con le decorazioni non è certo il mio forte, e l'unico anno che li ho decorati ho trovato che fossero troppo dolci.

Ogni anno ho qualche tagliabiscotto nuovo, e mi piace variare le forme; quest'anno dopo aver portato una latta con una dose intera di biscotti a mia sorella, ho ricevuto una sua telefonata di ringraziamento nel corso della quale mi ha chiesto come mai avessi usato anche un tagliabiscotti a forma di extraterrestre.
"Extraterrestreee???", ho chiesto strabuzzando gli occhi.
"Ma sì, l'extraterrestre: quello con la testa grossa, il corpo piccolo e le braccina!"
Mi ci è voluto un po' per capire di quale biscotto stesse parlando, ma alla fine ci sono arrivata: era questo.


Che poi sarebbe questo:



Ora, fior di psicologi, a partire da Rorschach, potrebbero fare un sacco di considerazioni sull'interpretazione delle forme della sventurata.
Io ne ho fatta una sola: mia sorella non si stupirebbe se io avessi un tagliabiscotti a forma di alieno. :-/



Biscotti di Pan Speziato (Alda Muratore)

Sono i biscotti che in Nord Europa vengono appesi sull'albero di Natale; lo stesso impasto è usato dai virtuosi per fare la casetta di Hansel e Gretel.

Questi biscotti devono essere preparati con largo anticipo in quanto devono letteralmente frollare: sono infatti a base di miele e appena cotti sono molto duri. Si realizzano all'inizio di dicembre, si conservano in scatole di latta, si appendono sull'albero una settimana prima di Natale (per non fargli prendere polvere) e... spariscono dall'albero in un battibaleno!!! Ecco come si preparano:

600 g farina,
250 g miele di castagno,
125 g zucchero possibilmente di canna,
100 g burro,
1 uovo,
10 g cacao amaro,
1/2 cucchiaino x ciascuna delle seguenti spezie, da ridurre in polvere: cannella, zenzero, chiodi di garofano , anice, poca noce moscata, poco pepe
1/2 bustina di lievito per dolci, (io non lo uso)
1 pizzico di sale.

Io ho modificato la ricetta di Alda raddoppiando la quantità di spezie, alle quali ho aggiunto anche:
5 stelle di anice stellato
5 grani di cardamomo
1/2 cucchiaino di semi di coriandolo ridotti in polvere

Versare in un polsonetto miele, spezie, cacao, zucchero e il burro a pezzetti e farli fondere insieme a fuoco basso, amalgamandoli bene. Far raffreddare il composto a temperatura ambiente senza lasciarlo indurire. Mescolare la farina e il lievito in una capace terrina, fare la fontana nel centro; battere leggermente l'uovo e versarlo nella fontana, mescolarle con un po' di farina e aggiungere il composto di miele tutto in una volta. Con il cucchiaio di legno o le fruste a gancio dell'impastatrice amalgamarlo alla farina, poi continuare ad impastare con le mani o nell'impastatrice. Quando la pasta è ben liscia, metterla in una terrina, coprire con pellicola trasparente e farla riposare una notte o anche più. Stendere la pasta non troppo sottile (5-7 mm) e ritagliare le forme; per il buchino attraverso cui far passare il filo per appenderli, inserire un pezzo di stuzzicandenti e lasciarlo per tutta la cottura oppure fare un buchino piuttosto grande, tenendo conto che inottura i biscotti lievitano e il buchino si restringe. Cuocere a forno moderato (170°C a forno statico, 160 °C a forno ventilato) per 13 minuti, senza lasciare brunire. Attenzione a non cuocerli troppo: diventano duri per effetto del miele. Meglio sfornarli appena morbidi, poi induriscono comunque. Farli raffreddare su una gratella e quando sono ben freddi conservarli in una scatola di latta fino al momento di appenderli all'albero.

Una cosa importante in questi biscotti è la decorazione: glassa bianca o cioccolato, zuccherini colorati o argentati, canditi, mandorle. Se la decorazione è fatta con la glassa, meglio farla subito prima di appenderli; se invece è fatta con mandorle e canditi, si possono decorare prima della cottura e in questo caso le mandorle sono un buon indicatore: non devono colorirsi.

Decorazione con la glassa.

La glassa più semplice è fatta con zucchero a velo e acqua.
Difficile indicare il peso, perché la quantità di glassa dipende dalla quantità di biscotti da glassare. Del resto, il peso esatto non è indispensabile per la buona riuscita.
Riempire una tazza di zucchero a velo, aggiungere acqua un cucchiaino per volta, rimescolando. È importante aggiungere l'acqua poco per volta, per potersi fermare quando si raggiunge la consistenza adatta, che è quella di una crema spalmabile tipo nutella. Non deve colare: quando si solleva il cucchiaio, deve scendere a fatica. Se nonostante tutto dovesse essere troppo liquida, si può rimediare aggiungendo altro zucchero a velo passato attraverso un colino per evitare i grumi. Questa glassa di base può essere colorata con coloranti almentari o naturali. Ad esempio usando zucchero a velo e cacao in parti uguali, setacciati insieme, si ottiene una semplice glassa al cioccolato.
Alda Muratore - Luxembourg

Quest'anno ho voluto fare anche per i nipotini due porta-tovaglioli:


 ho ricavato due strisce alte 2 cm, che ho avvolto su un tubo di cartoncino di quelli della carta casa, rivestito di alluminio. Ho poi ritagliato due biscotti con le apposite formine e li ho attaccati alla giuntura inumidendola leggermente e premendo. Ho messo in forno per 7 minuti, poi li ho tirati fuori, li ho fatti raffreddare un pochino perché non si rompessero, li ho estratti dal tubo e li ho rimessi in forno per altri 6 minuti.



Foto di gruppo con l'alieno :-D


Note della Apple Pie:

Attenzione a non mettere troppe spezie: si rischia di ottenere biscotti amari.


17 commenti:

  1. vuoi ridere? la prima cosa che ho pensato, quando ho letto dello stampo a ufo, è stata: "azz..., mi manca!"
    e poi ho riso-riso-riso.
    Fio ai portatovaglioli.
    Lì, mi si è raggelata la risata sulle labbra:perchè ho capito una cosa, all'improvviso, in puro stile illuminazione. Che l'extraterrestre, qui in mezzo, sei tu. E lo stampo, lo hanno buttato via :-)
    buona settimana
    ale

    RispondiElimina
  2. AHAHAHAHAHAH!! troooopppo forte!!! ahahahahha

    e sono bellissimi, e l'idea dei portatovaglioli è fenomenale ma...mi chiedo, resisteranno fino alla fine della cena?? =D

    stupendo post, ciao alienigena! baciotti

    RispondiElimina
  3. tua sorella è un mitoooo ...e tu anche!! post stupendo, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Certo che mettere il biscotto a pupazzo di neve al contrario....crea una forma ....mooooooooooooooooooolto UFO!!!!! Che ridere....come sai li ho fatti anche io (anche le casette!!) da quando mi hai passato la ricetta ormai è diventata parte delle nostre tradizioni natalizie e non la cambio più...baci e buona settimana, Flavia

    RispondiElimina
  5. Ahhaha perché scusa non è un extraterrestre??
    Fortissimi i porta tovaglioli, bravissima.
    Con l'occasione, dovesse poi mancare il tempo ti faccio tanti auguri di un buon Natale e di un sereno anno nuovo a te ed ai tuoi cari. Baci

    RispondiElimina
  6. ah aha ah!!! sei un mito! e l'idea del portatovaglioli! bellissima

    RispondiElimina
  7. Un genio.... non aggiungo altro.... il resto te l'ho appena mandato x mail!
    Baci baci

    RispondiElimina
  8. Ale, sono tanto extraterrestre che non sono buona a fare due decorazioni di glassa! :-D

    Eleonora, dubito che i portatovaglioli arriveranno a fine pasto, ma ai piccolini si perdona tutto... ;-)

    Cristina, grazie. Mia sorella è veramente un mito, se non ci fosse lei non so che cosa ne sarebbe di me... e sono seria.

    Flavia, in effetti la sorellina mi ha dato un'idea su un possibile riutilizzo del tagliabiscotti a pupazzo di neve come alieno: chissà mai che mi capiti una festa a tema...

    Deborah, grazie e ricambio di cuore gli auguri (però passerò da te a farli).

    Francesca, grazie. Niente di geniale però... ;-)

    Paoletta, grazie anche a te: hai trovato una foto dei miei biscotti decorati di qualche anno fa che... mi dà ragione: non son buona a decorare! ;-)

    RispondiElimina
  9. Tua sorella sarà anche un mito e nessuno glielo toglie, ma qui "sulla terra" quella che ci stupisce ad ogni pubblicazione sei tu. Continua a stupirci reinventando cose semplici come i biscotti-portatovaglioli. Semplicemente geniali. O forse.....extraterrestri!!!!! Cri

    RispondiElimina
  10. Straordinari,sempre piu' brava.buon Natale,lisa.

    RispondiElimina
  11. Mapi, ti giuro che non ho capito che cosa rappresenta neppure se preso dal verso giusto...mi viene in mente una rispota, però non credo che sia quella ;)

    RispondiElimina
  12. bellissima l'idea dei portatovaglioli biscottosi:)

    RispondiElimina
  13. Cero, se le sorelle non esistessro bisognerebbe inventarle... Chi meglio di loro capisce veramente come sei nel profondo? Perchè in verità, ammettiamolo, tu lo sai bene che uno stampino a forma di extraterrestre te lo accatteresti pure, trovandotelo davanti...

    RispondiElimina
  14. E pensare che anche io stavo rimuginando cose tipo "accidenti, non solo mi manca, non ne avevo mai visto uno simile prima d'ora: lo voglio!" :-DDDDD

    Comunque per me rimane e rimarrà un alieno! :P

    RispondiElimina
  15. Grazie Lisa, in questo caso la bravura non c'entra: basta avere tanti tagliabiscotti. :-D

    Francy, è un pupazzo di neve e sono sicura che ci hai pigliato!
    Un bacione bella!

    Veru grazie, è stata l'unica idea "originale" che mi sia venuta. ;-)

    Acquaviva, hai ragione in toto: dalla considerazione sulle sorelle al fatto che se vedo una collezione di tagliabiscotti alieni me l'accatto subbbito subbbbito!!! :-D

    Muscaria, tu mi fai sempre morire dal ridere!!! Al Raduno dei Cialtroni, tagliabiscotti alieni per tutti!!!! :-D

    RispondiElimina
  16. Questa è la "cosa" eretica che preparo per domani, ci va giusto giusto bene!!!
    AUGURI MAPI!!!
    diana

    RispondiElimina
  17. complimenti per i bellissimi biscotti.
    Buon anno, Barbara

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)