venerdì 11 marzo 2016

Zuppa di zucchine, lattuga e basilico


Marzo, marzo pazzerello, recita una vecchia filastrocca, ed è proprio a questo che pensavo in questi giorni, avvolgendomi più strettamente la sciarpa attorno al collo e allacciando bene il piumino.
L'inverno dovrebbe essere già passato, per quanto non si possa dire che abbiamo avuto un grande inverno quest'anno, e la voglia di primavera è nell'aria. Tuttavia gli ultimi colpi di coda della brutta stagione continuano a farsi sentire, e lo scorso fine settimana a Torino nevicava e le temperature sono sensibilmente scese in tutto il Nord Italia.

Che cosa c'è di meglio allora di una bella zuppa calda, ma preparata con freschi ingredienti primaverili, quasi a invitare la bella stagione a farsi avanti?



ZUPPA DI ZUCCHINE, LATTUGA E BASILICO
Da: Paul Gayler - Great Homemade Soups, a Cook's Collection - Jacqui Small

Per 6 persone:

4 grosse zucchine affettate sottilmente (meglio se con la mandolina)
1 piccola lattuga lavata accuratamente, foglia per foglia
1 cipolla tritata grossolanamente
1 spicchio d'aglio schiacciato
50 g di patate farinose, pelate e tagliate a cubetti piccoli (1 piccola patata)
25 g di burro non salato
1 litro di fondo bianco di pollo bollente (ricetta di Paul Gaylor qui)
12 foglie di basilico spezzate + altre per decorare
100 ml di doppia panna (io ho usato panna fresca semplice, non avendo trovato l'altra)
Sale marino
Pepe macinato al momento


Scaldare metà del burro in una pentola capace dal fondo spesso e mettervi la cipolla, l'aglio e le patate. Far cuocere a fuoco dolce per 5 minuti circa o finché si saranno ammorbidite, quindi unire le zucchine e la lattuga e cuocere per altri 2 o 3 minuti.

Unire il brodo bollente, alzare la fiamma e portare a ebollizione, quindi abbassare la fiamma e far sobbollire per 5 minuti, non di più, in modo da preservare il sapore fresco delle verdure. Aggiungere le foglie di basilico e mescolare, quindi trasferire nel bicchiere del frullatore (o usare il frullatore a immersione) e ridurre a una crema liscia e omogenea.  Per una zuppa più liscia, passare attraverso un colino a maglie fitte.

Rimettere la zuppa in una pentola pulita e riportare a bollore. Aggiungere la panna e il burro rimanente, salare e pepare a piacere. Mescolare finché tutti gli ingredienti non si siano ben amalgamati, quindi suddividere tra i piatti di servizio caldi, decorare con altre foglie di basilico tagliate a chiffonnade e con una macinata di pepe e servire accompagnando, a piacere, con tartine al prosciutto crudo.



Note della Apple Pie:

La ricetta è molto semplice e veloce, a patto di avere il fondo bianco di pollo già pronto.

Curiosamente, i tempi di preparazione degli ingredienti sono più lunghi di quelli di cottura, data la raccomandazione dello Chef di lavare molto bene la lattuga, staccandone le foglie e lavandole singolarmente.

Il segreto del sapore freschissimo di questa zuppa è tutto nei brevi tempi di cottura, che mantengono inalterato il sapore delle verdure. E' quindi indispensabile seguire alla lettera le indicazioni dello Chef sulla preparazione degli ingredienti: le zucchine devono essere affettate molto sottili, la patata deve essere tagliata in piccola dadolata (5 mm di lato), il brodo deve essere bollente al momento di unirlo alle verdure per abbreviare quanto più possibile i tempi di ebollizione e le verdure devono essere freschissime.

Paul Gayler accompagna questo piatto con delle tartine di prosciutto crudo, preparate tostando da ambo i lati delle fette di pancarrè, spennellandole con poco olio extravergine di oliva, coprendole con prosciutto crudo e tagliandole a listarelle di 1,5 cm. 

In alternativa, propone di aromatizzarla con del curry e un cucchiaino di zenzero grattugiato, da unire alla preparazione insieme alle zucchine e alla lattuga. 

Se si vuole presentare questa zuppa in apertura di un pranzo formale, è meglio passarla attraverso un colino a maglie fitte, per avere una consistenza cremosa e omogenea. Per una cena informale tra amici invece si può saltare questa operazione e preservare così tutte le fibre della verdura, che donano all'insieme una consistenza più rustica.

Per una ricetta più leggera e dietetica, potete sostituire la panna con altrettanta ricotta e il brodo di pollo con brodo vegetale.

1 commento:

  1. adoro le zuppe e le vellutate e pure mi rimprovero sempre di non prepararne mai abbastanza... e questa ha un aspetto veramente invitante! :)

    RispondiElimina

NO VITALBIOS!!!