sabato 25 gennaio 2014

Minestra di riso e porri degli ortolani di Asti - Starbooks



Questa ricetta per me è stata amore a prima vista. 
Stavo sfogliando lo splendido e mai imitato libro di Anna Gosetti Della Salda sulle ricette regionali italiane, e questa mi ha catturato subito lo sguardo nonostante la mancanza di fotografie che caratterizza il libro.
Mi sono quindi soffermata a leggerla e ne sono rimasta incantata. Conoscevo l'esistenza dei fondi, ma ci è voluto questo prezioso volume per farmeli ricordare in modo definitivo.
Quel fondo di porri che suda dolcemente per 20 minuti regala a questa minestra un sapore e una corposità meravigliosi, tanto che ho cominciato a usare questa tecnica anche con altre preparazioni, usando la cipolla o lo scalogno al posto dei porri e includendo sempre un pochino di lardo.
La patata lessata insieme agli altri ingredienti e poi schiacciata addensa la minestra in modo semplice e naturale (oltre che gluten-free, il che non guasta mai!), il lardo dà sapore, la noce moscata (che mai avrei impiegato in una preparazione del genere) ci sta benissimo e i formaggi donano cremosità, morbidezza e gusto.
Me la sono preparata diverse volte, da quando l'ho provata: è un piatto umile, semplice e gustoso, che scalda nelle fredde serate invernali.

La ricetta? La trovate sul blog dello Starbooks. :-)

Nessun commento:

Posta un commento

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)