martedì 27 marzo 2012

Crepes "Tatin" per l'MTC

L'MTC di marzo verte sulle crepes, proposte dalla bravissima Giuseppina, che si è aggiudicata l'edizione di febbraio con un superbo paté. 

Le crepes sono deliziose e versatili, perfette con il dolce e con il salato e neanche a dirlo a me piacciono parecchio.

Le regole di questo MTC sono poche, ma chiarissime: bisogna usare la ricetta di Giuseppina per le crepes e non la propria, ed è obbligatorio l'uso del burro chiarificato
Ho già spiegato nel link come si prepara il burro chiarificato: a casa mia ce n'è sempre un vasetto in frigo e ogni volta che devo friggere col burro è quello che utilizzo, perché ha lo stesso punto di fumo dell'olio extravergine di oliva.

Ho avuto un sacco di idee per l'MTC di questo mese, la maggior parte delle quali erano per piatti salati. Alla fine però, visto che il challenge verteva essenzialmente su crepes dolci, ho preferito realizzarne solo una, dolce. Non so se entro mercoledì riesco a farne un'altra.

CREPES "TATIN" ALLE MELE


Per  10/12 crèpes
(ricetta di Giuseppina): 
150 g di farina 0

350 ml di latte
50 ml d'acqua
2 uova medie
1/2 cucchiaino da caffé di sale
30 gr di burro chiarificato 

Per il ripieno

Giuseppina usa il burro chiarificato per friggere le crepes; io tuttavia mi trovo molto meglio ad aggiungere il burro, fuso e freddo, direttamente alla pastella: le crepes non si attaccano e vengono cotte alla perfezione. 
La quantità - 30 g - è eccessiva per queste dosi di pastella, ne sarebbero bastati 20 g visto che il burro chiarificato è molto concentrato; tuttavia, per non incorrere in discussioni tediose e magari rischiare di finire fuori gara, ne ho usati proprio 30 g, il che significa che le crepes mi sono venute più unte del solito e che anche la padella, quando ho finito di usarla, era parecchio lubrificata. ^_^

Preparare una vera Tatin con le crepes non è possibile: le mele e la pasta sfoglia hanno bisogno di tempo per cuocersi e caramellare, mentre le crepes sono già cotte e rischierebbero di bruciarsi. Io però avevo un asso nella manica: ricordate l'Apple Pie Filling dell'anno scorso? Le mele sono cotte e grazie allo sciroppo in cui sono immerse hanno già un aspetto caramellato e non c'è nessun bisogno di cuocerle; basta eliminare i pinoli, che con la Tatin non hanno niente a che vedere, e il gioco è fatto! ^_^
Un dessert semplice e veloce quindi, pronto da gustare!

Preparare le crepes: rompere le uova in una terrina, sbatterle con la frusta e aggiungere alternandoli la farina setacciata e il latte/acqua; aggiungervi il burro chiarificato fuso e freddo e amalgamare bene fino ad avere una pastella piuttosto liquida e liscia. Unire il sale e lasciar riposare almeno un'ora.

Scaldare bene la padella per le crépes, versare la quantità di pastella necessaria per una crépe e fare ruotare la padella per spargere uniformente la pastella. Far cuocere fino a che si staccherà da sola dal fondo, quindi girarla e finire la cottura dall'altra parte. E' importante cuocerle a puntino perché é questo che dona loro il sapore. 

Farcire le crepes: disporre ogni crepe su un piatto da dessert e distribuirvi sopra l'Apple Pie Filling e un po' del suo sciroppo speziato. Passare un attimo in forno per scaldarle e servire.  

16 commenti:

  1. E anche questa crèpe-tatin mi piace...lasciata poi così aperta, mi piace ancora di più.

    Finora al massimo le ho mangiate salate le crèpes, con questa potrei anche capitolare per il dolce!!

    buona settimana

    loredana

    RispondiElimina
  2. Quelle mele lucide caramellate accoccolate nella crepe mi fanno sognare. E' una bellissima proposta e davvero molto francese e credo che la provero' presto visto che l'affidabilita della ricetta di Giuseppina mi ha fatto venire la Creppite ed ho voglia provare l'impossibile. Magnifica come sempre Mapi. Bacione, Pat

    RispondiElimina
  3. ma mai! Anche io ho fatto la tatin e come te ho fatto la stessa riflessione sulla cottura della frutta. Alla fine ho usato arance non cotte e ho passato tutto in micro, crepe compresa. Buona, ma esteticamente inguardabile. La tua è più bella! Baci

    RispondiElimina
  4. un desset veloce e gustoso!
    anche io nn metto burro nella padells per fare le crepès, appunto vengono meno unte e più leggere!
    baci

    RispondiElimina
  5. Bella davvero, e questa e' veramente originale!

    RispondiElimina
  6. ed ecco che alla fine dell'MTC arrivano i fuochi d'artificio...

    una meraviglia mapi!

    RispondiElimina
  7. Da conservare assolutamente; i tuoi consigli sono preziosissimi :))
    Un dessert facile e veloce; direi perfetto!

    RispondiElimina
  8. aiuto io non vedo le foto...sono curiosissima!

    RispondiElimina
  9. Mapi hai avuto un'idea molto ma molto golosa, soprattutto per chi ama le mele come me ;-)
    Anch'io preferisco unire il burro fuso freddo all'impasto e non in padella...

    RispondiElimina
  10. Mapi questa crepe mi piace moltissimo per la concezione,l'esecuzione, la semplicità e originalità... mi sa che devo proprio dirlo...: BRAAAAAAAAAAVISSIMA!!!
    Baci grandissimi
    Dani

    RispondiElimina
  11. Sono fiera di essere tua amica, sei la donna più fantasiosa e competente che conosca!

    RispondiElimina
  12. Anche anche a me di burro ne è avanzato un pò, penso che i 30 grammi fossero indicativi, d'altronde diceva di spennellare la padella e così penso si dovesse fare. Cmq la tua crépe a me piace davvero un sacco, penso sia un dolce da mangiare sempre e anche più leggero della tarte tatin normale, quindi... ma aspetto anche quella salata :-)

    RispondiElimina
  13. il segreto del burro nell'impasto lo proverò appena ripeterò le crèpes..ma non tanto presto missà..visto la recente abbuffata :)
    questa tua crèpes è semplice e originale, mi piace molto!

    RispondiElimina
  14. Mi sa che un giorno dovremmo farci una bella scorpacciata di apple pie io e te ed io la prenderò rigorosamente "with custard", tu?
    Kisses

    RispondiElimina
  15. Che buone che devono essere, cara Mapi ;)))

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)