mercoledì 9 novembre 2011

Soufflé di castagne su salsa di cachi


Domenica intorno a mezzogiorno, mentre terminavo di preparare questi soufflé, mi è squillato il telefono. La cosa in se' non ha nulla di strano, ma da un po' di tempo a questa parte ricevo telefonate da gente che chiede di Lucia anche ad orari poco opportuni, e se
in genere sono tollerante con chi sbaglia numero, cominciavo ad essere un  po' seccata. Giustappunto quando sono andata a rispondere c'era un sottofondo un po' confuso e non ho riconosciuto subito la voce. "Pronto, prooontoooo!!!" ho esclamato nella cornetta, mentre con la mano sinistra infilata nel guantone da forno cercavo di sformare i soufflé. Finalmente una vocina che conosco bene ha detto: "Zia ma insomma, non riconosci nemmeno più la mia voce???". Era il Dolce Principe, che mi telefonava per invitarmi a pranzo da loro. 
Di solito la domenica sono a pranzo dai miei, ma rifiutare un invito del Dolce Principe significa fargli un affronto che si pagherà a caro prezzo; d'altra parte mi seccava avvisare mia madre all'alba di mezzogiorno dicendole che non sarei andata da lei, così ho vigliaccamente delegato il compito di avvisare la nonna al nipotino, che per vendicarsi ha aggiunto: "Vieni con quel vecchio catorcio della tua macchina? Beh, ricordati che devi portare a me e alla Pulcetta un dolcetto per Halloween, anche se è già passato.".
Dunque, vediamo un po', piccola peste adorabile: prima mi inviti, poi insulti i miei averi e infine mi intimi di portarti un dolce? Sei fortunato che il dolce è già pronto... faccio qualche foto e arrivo! ^_^


L'autunno è prodigo di frutti deliziosi, che ci consolano per la fine della bella stagione e ci preparano ad affrontare l'inverno, regalandoci tanta energia in più. Due dei frutti che prediligo in questa dorata stagione sono le castagne e i cachi, che si uniscono in questa ricetta per dare vita a un dessert goloso.

SOUFFLE' DI CASTAGNE CON SALSA DI CACHI

(Da: E. Knam – Soufflé – Bibliotheca Culinaria)



Per 4 persone:
300 g castagne fresche
3 tuorli
4 albumi (io ne ho usati 3, per via del diverso procedimento di cottura delle castagne che ho adottato)
40 g zucchero semolato
30 g zucchero di canna
20 g latte* 
burro e zucchero per gli stampi
zucchero a velo per decorare

Per la salsa di cachi:
2 cachi maturi

* Knam usa il rhum perché serve questi soufflé con una salsa di mele al rhum; volendo invece servirla su una salsa di cachi, io ho preferito mettere il latte.





Questa ricetta è il risultato della fusione di 2 ricette: nel libro infatti, Knam abbina questo soufflé a una salsa al rhum e mele, mentre io con le castagne adoro l'abbinamento con i cachi.

Incidere la buccia delle castagne e cuocerle in forno finché sono morbide, poi sbucciarle.


Io con le castagne ho problemi, lo confesso. ^_^ Ho quindi proceduto in modo diverso: ho inciso sì la buccia delle castagne e le ho passate in forno a 200 °C, ma per soli 5 minuti. Poi le ho sbucciate e sbollentate per 20 minuti, in modo da toglierne più agevolmente la pellicina che le ricopre (operazione estremamente ingrata). Infine le ho lessate coprendole a filo di liquido (metà acqua e metà latte) e aggiungendo un pizzico di sale e mescolando spesso, finché sono diventate morbide. E' logico che con questo procedimento le castagne risulteranno più umide, motivo per cui ho utilizzato solo 3 albumi anziché i 4 indicati dalla ricetta originale. Se si utilizza questo metodo, scolare le castagne con cura per eliminare l'umidità in eccesso e farle intiepidire per evitare di preparare “uova strapazzate con castagne” ^_^.

Frullare le castagne insieme al latte, allo zucchero di canna e ai tuorli, avendo l'accortezza di lasciare qualche pezzetto di castagna più grosso. Incorporarvi gli albumi montati a neve (fase dei becchi morbidi) con lo zucchero semolato e versare negli stampi imburrati e zuccherati, riempiendoli fino a ¾. Cuocere in forno in un bagnomaria già caldo a 200 °C per 18 minuti.

Nel frattempo preparare la salsa di cachi: sbucciare i cachi e frullarne la polpa col frullatore ad immersione.

Quando i soufflé sono pronti sfornarli. Versare in un piatto da dessert abbondante salsa di cachi, sformarvi sopra i soufflé, spolverare di zucchero a velo e servire tiepidi.

Con questa ricetta partecipo al contest "dentro il riccio" del blog Dentro la pentola, nella categoria Desserts.





41 commenti:

  1. Grande il nipotino!!! :P ahahahahaha
    Non si può non dire che non abbia le idee chiare eh! :))))
    Ottimo come sempre il tuo adeguarti alle contingenze sfornando risultati solo da copiare.
    Confesso però che la salsa di mele e rhum mi piacerebbe proprio...ci posso sperare nella sua ricetta anche?! :D

    RispondiElimina
  2. Dalle dita poco ferme della raravis per un post che ancora non esce del tutto deduco che oggi è il tuo compleanno....AUGURI MaPi!!!
    Un abbraccio e ringrazia la Ale se lo so già! :P ahahahahhaha

    RispondiElimina
  3. spendido splendido splendido che dire di più..buona gionata..simmy

    RispondiElimina
  4. auguri mapiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  5. Non riesco ad immaginarne il sapore...da provare.
    Bravissima come sempre.

    RispondiElimina
  6. Forte, il nipotino!!!
    Dolce favoloso, serve che lo dica? Ma soprattutto BUON COMPLEANNO!!!

    RispondiElimina
  7. Mi pare di aver capito che è il compleanno di qualcuno....
    AUGURI!!!!!! Ma tutte le cosette che hanno preparato te le portano o le fanno fuori tutte loro???
    Un bacione grande, Sara

    RispondiElimina
  8. dicono, si legge che, in giro per il blogmondo si vocifera che ...oggi pare sia il tuo compleanno...tantissimi auguri allora mapi.
    le castagne in un soufflè è una vera tentazione, devo provarci, non le ho ancora mai sperimentate in un dolce. BUON COMPLEANNO!

    RispondiElimina
  9. BUON COMPLEANNO!!!! Impossibile non accorgersene oggi, nella blogosfera... ;)
    Mille e mille auguri e... fantastica ricetta, bravissima.
    ps: evviva le scorpioncine!

    RispondiElimina
  10. Mi sa che hai un bel pò da riposarti, visto che avrai passato tutta la giornata di sabato a pelare castagne ... io mi sono fatta furba e ho usato quelle secche ....
    Ancora una volta BUON COMPLEANNO!

    RispondiElimina
  11. Mapy fermati!!! Posti una meraviglia dopo l'altra.. non mi bastano 1 pranzo e 1 cena al giorno per tentare di riprodurre tutto!!! ;-)
    Questo dolce comunque è SPLENDIDO.. se Esselunga ha ancora castagne .... quasi quasi quasi....
    BUON COMPLEANNO (DI NUOVO!) anche dal tuo estimatore (Andrea!)
    Nora

    RispondiElimina
  12. Ho "intercettato" qualche post, ogi è il tuo compleanno, AUGURI "scorpioncina (lo sono anch'io ;-) )

    RispondiElimina
  13. Auguroni carissima: Buon compleanno :D

    Il tuo nipotino è simpaticissimo ed un bel goloso, ma con una zia come te casca bene :D

    Mi piace moltissimo l'abbinamento castagne e caki in questo dessert così elegante :D

    RispondiElimina
  14. Ciao Mapi, buon compleanno! Ottimo questo soufflè, dalla foto è proprio goloso...!
    Ti seguo da oggi (con l'account Officina del Cibo, che è il secondo dei miei due account).
    Baci

    RispondiElimina
  15. Anche se qui si parla di cachi e altrove di palle...tantissime angurie di buon compleanno..cara amica, baci Flavia

    RispondiElimina
  16. Tantissimi auguri!
    e il dolce è stupendo, autunnale e delicato! :-)

    RispondiElimina
  17. buon compleanno! tantissimi auguri! e li esprimo anche in greco:

    ΧΡΟΝΙΑ ΠΟΛΛΑ! :)

    RispondiElimina
  18. ARIBUON COMPLEANNO SUPER MAPI!! Riesco a collegarmi solo ora, stamattina te li ho fatti su fb e ho intravisto quello che avevano concertato le strenne, ora sto leggendo tutti i post, è veramente emozionante e commovente ricevere dimostrazioni di affetto e stima in questo modo brioso e allegro, complimenti, te lo meriti!!!
    Un bacio e buona serata con tante bollicine spero :-))
    Cristina

    RispondiElimina
  19. Auguriiiiiiii!

    Sono in ritardo di duecento post ma per gli auguri non si poteva indugiare oltre!

    Un abbraccio proprio grande grande!

    RispondiElimina
  20. Buon compleanno... anzi:
    KUALI ILUICHIUALI!!!!!!!
    Renditi conto che il naso rosso lo abbiamo messo a te...!


    besos, muchos y muchos besos!

    RispondiElimina
  21. Facciamo finta che sono la tua nipotina un po' cresciuta?!!!
    TANTI TANTI AUGURI DI BUON COMPLEANNO ZIA ;-)!

    RispondiElimina
  22. grazie per la ricetta in bocca al lupo...e BUON COMPLEANNO. matteo

    RispondiElimina
  23. passo per farti gli auguri di un felicissimo compleanno! un abbraccio :))

    RispondiElimina
  24. ho saputo da un po' di bloggers che è il tuo compleanno: AUGURI!
    ps che goloso il soufflé su salsa di cachi :P

    RispondiElimina
  25. Tanti auguroni di Buon compleanno! Il web pullula di auguri per la Mapi...scusami ma io sono una della notte e l'ho saputo solo ora!!!
    un grosso bacio ele
    I nipotini sono sempre magici, vero?
    Ottimi i dolcetti!

    RispondiElimina
  26. Auguriauguriauguriauguriaugurii!!!
    Sono di corsa perché ho la connessione che va e viene, mi riaggiornerò appena potrò, ma gli auguri non potevo non farteli anche qui!!! ^______^

    RispondiElimina
  27. Ragazze e ragazzi, sono davvero commossa e oggi sono ancora un po' frastornata: aprire il blog per controllare che la programmazione del post sia andata a buon fine, vedere il blogroll e tutti i post delle (st)renne al completo incluse le nuove leve (che è come fossero dei nostri da sempre), leggere i vostri auguri, sono tutte cose che mi hanno emozionata profondamente.

    Ringrazio tutti molto sentitamente, dal più profondo del cuore.

    RispondiElimina
  28. Mi piace tutto di questa ricetta. Gli ingredienti sapientemnete accostati, le fotografie golose e la simpatia del nipotino...e ovvio ti faccio gli auguri pure io. Anche se in ritardo spero gli acceterai ugualmente :)

    RispondiElimina
  29. Ricetta stupenda.
    Una sola domanda. Una volta pronti, come fai a sfornare i soufflé, ovvero a estrarli dagli stampini? Rivolti gli stampini?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, molto gentile! :-)
      Per sformarli ho passato un coltello a lama liscia lungo i bordi e poi ho rivoltato gli stampini, sì.
      Ovviamente (e purtroppo) un po' si sgonfiano, ma rimangono comunque molto soffici e sufficientemente alti. Del resto Ernst Knam è una garanzia! ;-)
      Se li fai, fammi sapere come ti sono venuti!
      Tanti auguri di buon Natale a te e famiglia.

      Elimina
  30. Mamma che capolavoro. Preferisco le tue varianti castagne e cachi è infinitamente più sfizioso. Devo superare la mia scarsa energia in fatto di spellatura di castagne :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi par di capire che comunque i soufflé possono aspettare un po' se li hai portati a casa di altri come dessert? e non si potrebbero bollire un po' di più le castagne prima di sbucciarle? non sarebbe più facile? anche io ho problemi con la sbucciatura!

      Elimina
    2. Confermo che questi soufflé tengono benissimo e reggono anche un breve viaggio in macchina. Certo, un pochino si siedono, ma non perdono la loro sofficità.
      Sì, le castagne le puoi bollire un po' di più. Oppure puoi usare le castagne secche e lessarle per ammorbidirle: in questo modo ti risparmi pure la seccatura di togliere la pellicina!
      Un abbraccio.

      Elimina
    3. Ok, ok, mi sa che domenica li farò per la mamma che verrà da me, anziché spostare i soufflé si sposterà lei.
      Le castagne secche sono tanto comode, ma il sapore secondo me non vale le altre! Ma per la mamma questo e altro :-).

      Elimina
    4. Ah, scusami: dopo che hai spento il forno, se devono aspettare un po', diciamo un paio d'ore, è meglio lasciarli dentro il forno o comunque tirarli fuori e sformarli, o sformarli e rimetterli nel forno spento? e in questo caso nella fase di attesa il bagnomaria è meglio eliminarlo?
      Paiono sciocchezze ma per me non lo sono!

      Elimina
    5. Io li ho tolti dal forno e dal bagnomaria, e lasciati negli stampi da ramequin. Li ho sformati al momento di servirli.
      Ciao.

      Elimina
    6. Sono mirabili! Piaciuti tantissimo anche alla mamma.
      L'accordo kaki castagne è sempre ottimo, anhce cromaticamente :-).
      Ho avuto qualche incertezza sugli albumi. Mi sembrava che avessi pubblicato un post con tutti gli stadi in cui si montano, ma non l'ho più trovato. Forse li ho montati troppo poco per paura di arrivare ai becchi rigidi. Però erano molto buoni e si sono pure gonfiati quindi...

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    8. A proposito della mia idiosincrasia allo zucchero, ho eliminato lo zucchero di canna e lo zucchero a velo, pazienza per la decorazione. Tra castagne, latte per cuocerle e zucchero per gli albumi, che ho mantenuto identico, il dolce per me va bene così. Inoltre avevo dei kaki maturissimi bio e quindi dolcissimi. Non c'è stato praticamente bisogno di frullarli! Invece ho inzuccherato gli stampini con lo zucchero di canna, ottimo.

      Elimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)