mercoledì 13 luglio 2011

Soufflé di albicocche e patate, gluten-free

E' da trovate come questa che si vedono i geni culinari.
I soufflé sono ostici, ti si afflosciano con niente e bisogna trovare il perfetto, magico equilibrio tra i vari ingredienti. Ernst Knam, in questa sua creazione, ha pensato di sostituire la farina con le patate, ottenendo un soufflé delizioso, unico per consistenza e sapore e assolutamente privo di glutine per chi, come Stefania, Daniele, Gaia e molti altri, deve stare attento agli ingredienti che adopera.

L'unica osservazione che ho da fare a questo dessert è che è poco dolce, e se da un lato questo consente di gustare appieno le albicocche in una tiepida mousse, dall'altro lato può dare fastidio a chi si aspetta un dolce vero e proprio. La prossima volta che lo preparerò pertanto, aumenterò le dosi di zucchero.

SOUFFLE' DI ALBICOCCHE E PATATE
Da Ernst Knam - Soufflé - Idea Libri

Per 4 soufflé (ma a me ne sono venuti 6)

200 g albicocche
50 g zucchero di canna (la prossima volta ne metto 100 g)
50 g vino bianco
100 g patate
1/2 limone (succo)
3 tuorli
4 albumi
50 g zucchero semolato
1 pizzico sale fino
20 g zucchero a velo
burro e zucchero per gli stampi



Lavare le albicocche, tagliarle in 2 ed eliminare il nocciolo.
Imburrare gli stampini da soufflé e passarvi dello zucchero (al posto della classica farina) per evitare che il soufflé si attacchi alle pareti.
Preriscaldare il forno a 200 °C in modalità statica e mettervi una teglia con due dita d'acqua.

In un pentolino versare il vino bianco, il succo di limone e lo zucchero di canna. Disporvi sopra le albicocche e farle cuocere per 15 minuti circa, poi frullarle ottenendo una purea omogenea.

In un altro pentolino mettere a bollire l'acqua con un pizzico di sale. Lavare la patata, sbucciarla e tagliarla a fettine, quindi metterla nell'acqua bollente salata e farla cuocere per 10 minuti circa, finché sarà tenera ma non sfatta. Frullarla insieme alla purea di albicocche, ottenendo una crema omogenea, a cui si aggiungeranno i tuorli, amalgamandoli benissimo.

Montare a neve gli albumi insieme allo zucchero semolato fino allo stadio dei becchi morbidi. Incorporarli delicatamente alla purea di albicocche e patate.
Versare il composto negli stampi riempiendoli fino a 3/4, infornarli nel bagnomaria già caldo per 18 minuti circa.
Spolverarli con lo zucchero a velo e servirli subito nel loro stampo.

15 commenti:

  1. Molto interessante questi souffle...decisamente da provare questa variante e (lo dico e nn ci credo...mi stupisco da solo...) probabilmente li lascerei con le quantità di zucchero indicate in modo da accompagnarli con una bella pallina di gelato...e da me la pallina non pesa mai meno di 150 grammi! :D ehehehehehe

    RispondiElimina
  2. semplicemente deliziosi, bravissima!

    RispondiElimina
  3. interessante l'abbinamento con le patate! questi tortini hanno un aspetto favoloso.

    RispondiElimina
  4. Ma che ideuzza originale e sfiziosa! Anch'io lascerei inalterata la dose di zucchero prevista dalla ricetta, accompagnandoli con una salsina dolce di frutta. Proverò e ti farò sapere! Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  5. molto originale!! mi devo procurare il libro di Knam!! L'ho scoperto grazie a te così come i soufflè! oggi mi sono buttata anche sul glacè per l'mtc che non è banale!!! baci....

    RispondiElimina
  6. ... fino allo stadio dei becchi morbidi...
    Quando dico che sei Mitica!!!
    Bellissimi questi souffle' ma, visti i miei precedenti con questo genere di preparazione (tutti finiti nella rumenta) sono moooolto indecisa se cimentarmi....
    Bah! Comunque complimenti!
    Nora

    RispondiElimina
  7. Il caso vuole che fossi proprio a caccia di una ricetta con albicocche, in verità con albicocche di Valleggia, per GDF.
    Ti fa piacere se inserisco il link della tua ricetta ella mia segnalazione?!
    Copiarla pari pari mi sembra stupido e francamente la trovo proprio adatta.
    Aspetto un tuo sì....o no!

    bacio

    Fabi

    RispondiElimina
  8. Fabiana, comincio da te: ASSOLUTAMENTE SI'!!! :-D Sei stata molto gentile a chiederlo, grazie! :-)))

    Nora, ti assicuro che con Knam sbagliare è impossibile! ;-)

    Cristina, cerca quel libro assolutamente: è un'autentica miniera di ricette. Io l'ho trovato in un negozio di remainder's, perché quella casa editrice non esiste più (e tra l'altro l'ho pagato pochissimo, il che non guasta ^_^).

    Lucia sai che mi piace l'idea della salsina di frutta, magari proprio di albicocche? E magari aromatizzata con un po' di liquorino alla mandorla... yum, yum!

    Lecherhotel all'inizio l'abbinamento mi pareva strano, poi ho capito che erano in sostituzione della farina e ho fatto una OLA al genio di Knam. :-D

    Valentina, grazie! :-)

    Mario, fantastica la pallina (o il pallone da calcio? ^_^) di gelato, una splendida idea estiva!

    RispondiElimina
  9. Che ricettina interessante!!!

    RispondiElimina
  10. si era detto di farli glacé e tu li fai forné!!! certo che la prendi alla larga ;-)

    e fai bene, sono bellissimi! io il soufflé "normale" non ho mai osato, figuriamoci dolce...

    RispondiElimina
  11. e pure gluten free!!!

    ma lo sai che ti voglio bene bene bene!!!!!

    RispondiElimina
  12. letteralmente sbavo...sapessi come mi piace l'abbinamento e trovo i soufflè deliziosi peccato che ho sempre paura che si smontano!

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)