sabato 30 aprile 2011

Pasta con pomodoro, sgombro e fagioli, perché siamo stati tutti studenti!

Siamo stati tutti studenti, ed è per questo che ho provato subito un profondo sentimento di simpatia quando ho visto il contest "La pasta degli studenti" e ho deciso di partecipare.

Il motivo per cui arrivo solo oggi, ultimo giorno utile, è che ho fatto un po' fatica a trovare la pasta Garofalo vicino casa. Finalmente giovedì dopo il lavoro l'ho trovata, e oggi ho preparato una pasta che cucinavo spesso da studentessa quando avevo poco tempo e molta fame. Il formato che ho scelto è in assoluto il mio preferito di Garofalo, perché raccoglie il sugo alla perfezione: i radiatori, n. 87 ('e perucchie :-D).

PASTA CON SUGO DI POMODORO, SGOMBRO E FAGIOLI

Per 4 studenti sotto esame o 6 non stressati :-)
(questo sugo cuoce insieme alla pasta)
Ingredienti:


600 g di Radiatori n. 87 Garofalo
1 barattolo di polpa di pomodoro a pezzettoni
1 scatola di fagioli cannellini oppure bianchi di Spagna
1 scatola di sgombro sott'olio
1 spicchio d'aglio
1 peperoncino
qualche foglia di basilico
sale

Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e portarla a bollore.
Scolare i fagioli dal loro liquido di governo.
Versare in un'altra pentola la polpa di pomodoro, gli sgombri con il loro olio (ridurli a pezzetti con la forchetta mentre li si versa in pentola), i fagioli scolati, sale, lo spicchio d'aglio, il peperoncino (sbriciolato o intero, dipende da quanto lo volete piccante), il basilico e il sale.
Buttare la pasta e farla cuocere per il tempo indicato sulla confezione (lì dice 9 minuti, io di solito calcolo 2 minuti in più).
Scolare la pasta, spegnere il fuoco sotto al sugo, eliminare l'aglio e condire la pasta.
Servire immediatamente.

2 commenti:

  1. che appetitosi i tuoi radiatori, con i fagioli e lo sgombro son proprio particolari, mettono fame a qualsiasi ora ;)

    RispondiElimina
  2. bella sostanziosa e gustosa, proprio da studenti affamati :-))

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)