sabato 27 agosto 2011

I fichi d'India della mia campagna

Stiamo maturando per voi...

Da noi in Sicilia i fichi d'India crescono molto facilmente; spesso vengono piantati attorno ai muri di cinta, per scoraggiare i ladri: non dev'essere infatti piacevole scavalcare un muro e atterrare in mezzo alle loro spinosissime pale! Con i fichi d'India inoltre si unisce l'utile al dilettevole, dato che questa pianta cactacea abbisogna di pochissima acqua (non è necessario irrorarla) e dà gustosissimi frutti colorati.

In campagna da noi ne crescono tanti attorno al muro di cinta, e vorrei ringraziare anche da queste pagine la mia mamma che ogni mattina si alza all'alba per andarli a raccogliere e poi li sbuccia, per farceli trovare a colazione freschissimi: una delizia che gusto solo in Sicilia, perché essendo abituata a vederli sulle loro pale, mi fa una gran tristezza vederli al supermercato.

Mia mamma ha raccolto in pieno l'eredità di mia nonna: prima che diventasse troppo anziana per farlo, era lei quella che andava a raccogliere i fichi d'india con uno strumento preparato da lei stessa, costituito da una latta di pomodori in scatola da 400 g (ovviamente vuota!) fissata in cima a un bastone.

Una volta raccolti, i fichi d'India vanno immersi in acqua per una mezz'oretta in modo da ammorbidire le spine (ma state certi che, per quante precauzioni prendiate, qualche spinetta ve la beccate sempre! ^_^) e poi si sbucciano aiutandosi con una forchetta, per limitare i danni da spine.
Unica avvertenza se li si mangia a colazione: non consumarli mai da soli, ma accompagnarli con una fetta di pane, altrimenti... attuppano (tappano) ^_^. Questo ci diceva sempre mia nonna, e la colazione a base di pane e fichi d'India fa parte del mio retaggio culturale d'infanzia.

Ecco alcune foto che ho scattato quest'estate ai nostri dolcissimi fichi d'India: solo a guardarle mi è venuta nostalgia della mia Sicila e una gran voglia di tornarci.




Appoggiati al muro di cinta
Una pala a forma di cuore
Altro muro, altri fichi d'India!


Siamo tanti e cresciamo tutti insieme!




L'oliva e il fico d'India







Sono piccolo ma sto maturando prima degli altri!


Le Tre Grazie





Vieni a prendermi!


14 commenti:

  1. Senza essere una ladruncola, anch'io sono atterrata sulla pala di un fico d'india, volevo togliermi un sassolino dalla scarpa e mi sono seduta su di un gradone in una delle nostre viuzze liguri, esattamente sopra la pungente pala, chiunque avrebbe visto e scansato.....io no!
    Hai qualche ricetta da suggerire??

    RispondiElimina
  2. Ma ciao Fabiana! :-) Povera, chissà che male! Oltretutto le loro spine sono difficili da togliere perché pressoché invisibili!!!

    La ricetta sarà pubblicata lunedì; questo era solo un "teaser"... e la scusa per pubblicare le foto che ho fatto. ^_^
    Un bacione e buon week-end!

    RispondiElimina
  3. che meraviglia!! ho conosciuto oggi il tuo blog e mi sono messa tra i tuoi sostenitori! ho avuto la fortuna di mangiare fichi d'india freschissimi, appena raccolti, nella casa di un amico in sicilia....che bontà!! :)

    RispondiElimina
  4. Sai che i fichi d'India li ho mangiati pochissime volte???? però, se mi capiterò, penserò alla Mapi!

    RispondiElimina
  5. Ciao Mapi! che bel racconto fotografico! Pensa che un paio di volte ho trovato anche qui i fichi d'india da comprare... ovviamente importati :-)

    RispondiElimina
  6. Non so se il primo commento ti arriverà, ma siccome repetita iuvant, ti dico che ti adoro e che le foto sono fantastiche!

    RispondiElimina
  7. Che belle foto...e che post interessante sui fichi d'india...saranno anni che non ne mangio più uno perchè sinceramente quelli che si trovano al super non invogliano un granchè e da queste parti purtroppo nn ce n'è neppure l'ombra...al prossimo viaggio al sud ne farò una bella scorta perchè mi piacciono un sacco!

    RispondiElimina
  8. Che bello rileggerti!

    ...ovviamente riesci a stuzzicare la voglia di Sicilia: a breve ci incanterai con delizie sicule, vero?

    RispondiElimina
  9. Silvia grazie, sei molto gentile! :-) Buoni i fichi d'India appena colti, vero? Per un altro anno non li mangerò più... :-(

    Lerocherhotel grazie! :-) Quanto non devo fotografare il cibo riesco a fare foto discrete! ;-)

    Francy ci credo: sono rognosi da sbucciare senza trovarsi le mani piene di spine, quelli del fruttivendolo fanno un po' tristezza... e però quanto sono buoni! :-9

    Alessandro, ma dai: sono arrivati anche in Svezia? :-)))

    Stefania ti adoro anch'io, lo sai! :-D

    Claudia ti capisco perfettamente, credimi: neanch'io li acquisto mai, un po' perché in Sicilia ho la produzione in casa e un po' perché quelli del fruttivendolo mi mettono una gran tristezza (e quelli incellofanati al supermercato ancora di più).

    Virò grazie! :-))) Sì, ho in mente qualcosuccia di siculo, ma non moltissimo a dire il vero...

    RispondiElimina
  10. Belli Mapi, anzi favolosi.

    Io ne ho alcune piante in vaso, giovani ottenute da pale donatemi. Ancora non hanno fruttificato. Sai mica come posso ingraziarmele per ottenere frutti. Che piace a queste piante?
    Sono disposta ad accudirle amorevolmente in cambio di qualche frutto ;)

    RispondiElimina
  11. Ciao Rosy, che piacere vederti! :-D
    Non sono esperta nella coltivazione di queste piante, visto che in Sicilia sorgono quasi spontanee. Secondo me il fare frutti o meno dipende dall'età della pianta: quando è sufficientemente forte da poter dare i primi frutti, li dà. Tieni presente che ama l'esposizione in pieno sole in un clima molto caldo e secco e occorre darle pochissima acqua, diciamo una volta alla settimana. Per il resto non saprei, ma penso che un vivaio della tua zona possa darti informazioni molto dettagliate.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Hihihihihihihi......attuppano!!!!E' vero ma fa ridere lo stesso!!!!
    Ho scoperto solo ora che sei siciliana ma di dove?

    RispondiElimina
  13. Mazara del Vallo! :-D
    Solo che ci torno soltanto in estate, durante l'anno vivo e lavoro nel freddo Nodd. ^_^

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)