mercoledì 9 febbraio 2011

Gratin di verza e zucca

Alessandra lanciando il gruppo di auto-aiuto ha innescato un circolo virtuoso di cui le sono oltremodo grata: non mi sto infatti limitando a preparare ricette delle mie vecchie riviste di cucina giustificandone così l'acquisto (oltre all'acquisto di nuovi libri di cucina, s'intende!), ma sto realizzando anche ricette raccolte da giornali non dedicati, di cui ho negli anni saccato i fogli, che conservo religiosamente e che designo col nome di "pizzini" (e qui il copyright va alla mia amica Clelia Torre).

E' il caso della ricetta di oggi: un contorno saporito e rustico che abbina il gusto forte della verza a quello più delicato della zucca. L'ho presa dalla rivista periodica che una nota catena di supermercati invia ai titolari della sua carta fedeltà.

Quindi ecco a voi il....

GRATIN DI VERZA E ZUCCA

Da Speciale News (ora Fragola News), ottobre 2008


Per 6 persone:
1 piccola verza
400 g polpa di zucca
150 g latte
100 g panna (io ricotta)
2 cucchiai amido di mais (io non l'ho usato)
2 uova
1/2 cipolla (aggiunta mia)
30 g burro
4 cucchiai parmigiano grattugiato
sale
pepe


Lavare e mondare la verza, scottare le foglie più grandi per 4 minuti in acqua bollente salata, tuffarle in acqua e ghiaccio e farle asciugare.
Tagliare a listarelle la verza rimanente e scottare anche quella. Scolarla bene.
Tritare finemente la cipolla.
Far bollire il latte, aggiungere la cipolla tritata e la zucca a dadini, salare, pepare e far cuocere per una decina di minuti, fino a che la zucca non sarà diventata tenera.
Frullarla con il frullatore a immersione e aggiungervi la panna (ricotta nel mio caso) in cui si sarà sciolto l'amido, e le 2 uova sbattute.
Imburrare una teglia di 24 cm di diametro e foderarla con le foglie intere di verza, facendole sbordare leggermente.
Riempire con strati di crema di zucca e listerelle di verza, terminando con la zucca. Cospargerla con il parmigiano e con fiocchetti di burro e infornare in forno preriscaldato a 200 °C per una ventina di minuti.

13 commenti:

  1. Wow bello questo gratin!!!Anzi, buono!Ok, è tutte'e 2 le cose..un'idea originale e gustosa,anch'io preferisco la ricotta alla panna!
    Baci baci

    RispondiElimina
  2. Bella l'idea di usare la verza per "avvolgere" un ripieno..
    dopo il tuo MT challenge ho riscoperto la verza, che avevo trascurato per anni, ingiustamente -devo dire-.
    Quindi magari ti ruberò quest'idea che mi ricorda un grande involto, 'neh vero?

    RispondiElimina
  3. Mapiii, da quanto tempo che non venivo a trovarti!!La verza io l'adoro e questa ricetta sembra deliziosa!Brava!

    RispondiElimina
  4. Ottima!!
    E dire che la verza l'ho scoperta con l'MT Challenge...insomma su quella linea una gran bella dritta!:)
    Per il gruppo di auto-aiuto nemmeno commento...la Raravis è un piccolo genio e non solo dei fornelli :P

    RispondiElimina
  5. l gruppo di auto aiuto funge alla grande vedo...tessiamo lodi alla Ale!!!! e anche a te Mapi, per questa meraviglia!

    RispondiElimina
  6. Anno nuovo e contest nuovo per Dolci a gogo!!In collaborazione con Le Creuset, il mio blog ha organizzato un contest "Tutto in cocotte". Tra tutte le ricette partecipanti sarà scelta la più meritevole premiata con 4 cocotte Le Creuset.
    Per altre informazioni corri a leggere il post.
    Ti aspetto
    Baci Imma

    RispondiElimina
  7. zucca e verza non mancano mai nella mia dispensa invernale, proverò anche questo gratin che le unisce, bene bene bene....ho una zucca di 7kg!!!

    RispondiElimina
  8. Mapi ma non ti sei ancora stancata di mangiare verza??... e fai bene fai! Se poi ci rigiri questi meravigliosi pseudo-pizzini..
    un bacio

    RispondiElimina
  9. che bello questo piatto, davvero una buonissima idea!

    RispondiElimina
  10. Pant, pant, eccomiiii!!!! :-D
    Chiedo scusa per non essere intervenuta prima, ma sono stata in riunione negli ultimi giorni e ho avuto a malapena il tempo di pensare che ho un blog, dopo tutto. :-D

    Meggy è vero, la ricotta è più leggera della panna, amalgama lo stesso i sapori e non li copre come a volte fa la panna.

    Cinzia mi fa piacere che tu abbia riscoperto la verza, è un ortaggio versatile e fa anche molto bene. :-)

    Federica ti capisco, anch'io sono orribilmente indietro con le "visite". Sono contenta che ti piaccia la ricetta. :-)

    Imma, non appena riesco a respirare passo da te e vedo se riesco a combinare qualcosa. Grazie intanto! :-)

    Cristina, una zucca da 7 kg??? Fantastico!!! :-p

    Ginestra, in effetti credevo di essermi stancata, poi ho letto la ricetta e mi sono detta che un pochino di voglia mi rimaneva ancora... ;-)

    Eleonora grazie. E' un contorno gustoso e rustico.

    RispondiElimina
  11. Mario e Francy, concordo con voi che la Ale merita un monumento, e non solo per le sue idee geniali, ma perché è una gran donna. :-D

    RispondiElimina
  12. amo la verza.. ADORO LA ZUCCA.. veramente buono questo abbinamento!

    RispondiElimina
  13. stavo per scrivere le stesse cose di ginestra anche se io la verza la mangerei tutti i giorni!!! peccato che non sia propriamente...light!!! :-) complimenti, come sempre!

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti, tranne i maleducati. :-)